Sant’Agnello – Massa Lubrense 2 – 0, le pagelle ai massesi: flop Montaperto, D’Esposito limita Manco

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Paolo Fiorentino

Paolo Fiorentino

Fiorentino 6: Ci mette una pezza due volte su Pignalosa, ma non può nulla sul colpo di testa ravvicinato dell’ex compagno Giulio Russo e sulla mezza girata di Sibilli G, che lo coglie in controtempo.

Esposito 5,5: A turno, sul suo lato agiscono Sibilli G, De Rosa, Manco e, quando si stacca, anche Piacente. Nonostante La Monica gli dia un costante supporto, fatica a contenere una spinta che, a tratti, diventerebbe insostenibile per il più scafato dei terzini, figurarsi per un classe 1996 (dal 1′ s.t. Castellano R. 5,5: Sia a destra che a sinistra sfonda poco e male).
D’Esposito 6: Non sbaglia una virgola per tutto il primo tempo, annullando quasi completamente Manco. Nella ripresa con l’ingresso di Russo il coefficiente di difficoltà della marcatura cambia radicalmente, ma non sbanda.
Vollono 6: Non sfigura di fronte ad un mostro sacro come Pignalosa, anzi per lunghi tratti gli prende anche le giuste misure. Nel secondo tempo, quando il Sant’Agnello assalta all’arma bianca, barcolla un po’ troppo, ma non molla comunque.
Breglia 6: É uno dei pochi a crederci anche oltre il novantesimo. Da terzino o da esterno alto, ci mette cuore, grinta e la solita corsa.
La Monica 6: Gara tutta di sacrificio per lui. Comincia sulla linea dei centrocampisti, ma rincula sempre su quella dei difensori. Ad inizio ripresa passa definitivamente terzino, dove soffre solo quando si alza Piacente.
Amita 5,5: Fascia di capitano al braccio, si perde nella battaglia della mediana. Dovrebbe garantire fosforo ad una mediana di soli muscoli, ma rimane imbrigliato nella rete di Iennaco.
La Monica

La Monica

Vinaccia 6: Come Amita nel primo tempo non trova gli spazi per emergere. Nella ripresa, dopo il rosso a Montaperto, si carica la squadra sulle spalle, aumentando i giri e la qualità del palleggio (dal 40′ s.t. Aiello s.v: La sua partita dura poco più di tre minuti, perché il direttore di gara giudica incredibilmente da rosso diretto un suo fallo tattico su Sibilli G.)

Izzo 5: Fa l’elastico con Breglia tra difesa e centrocampo, ma, a differenza del compagno, non ci mette né convinzione né cattiveria, finendo ostaggio degli esterni biancoazzurri.
Cacace 5,5: É l’uomo incaricato essere il raccordo tra mediana ed attacco, ma con un Montaperto inesistente in avanti ed il Sant’Agnello che spinge si trova a fare, con alterni risultati, il centrocampista aggiunto. Nell’unica occasione in cui ha lo spazio per far male, trova il piattone di Micallo sulla sua strada (dal 22′ s.t. Volpe 5,5: Si fa vedere per qualche strappo in avanti, fatto più con l’orgoglio che col criterio, poi nulla più. Ed infatti non basta).
Montaperto 4: E’  letteralmente un uomo regalato agli avversari. Perché la sua pericolosità offensiva rasenta lo zero e perché lascia i suoi compagni in dieci, pregiudicando così l’esito del match, per una gomitata ingenua.
All.Gargiulo 6: Per cinquanta minuti la sua tattica tiene. Poi se l’uomo più esperto che ha a disposizione gli rovina una settimana di lavoro lui ha poche colpe.
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!