Speciale derby, i portieri| Qui Sant’Agnello, Napolitano: “Gara ostica. Ma con cattiveria e concentrazione sarà nostra”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I  numeri incoronano Napolitano miglior portiere dell’intero campionato di Eccellenza (foto Astjo)

I numeri incoronano Napolitano miglior portiere dell’intero campionato di Eccellenza (foto Astjo)

I numeri lo incoronano quale miglior portiere dell’intero campionato di Eccellenza della Campania. Con otto reti subite in diciassette gare (essendo stato tesserato solamente il 22 settembre ha, infatti, saltato le prime due gare della stagione), Felice Napolitano è l’estremo difensore meno battuto in assoluto tra i due gironi del massimo campionato regionale. Un record niente male per un classe 1995, alla prima esperienza tra i grandi dopo la trafila nel settore giovanile dell’Avellino: “Questi dati ovviamente mi confortano – ammette il giovane numero uno del Sant’Agnello, – ma io non sono assolutamente una persona dai facili entusiasmi. Se ho raggiunto questi traguardi personali il merito non è soltanto mio, ma di tutta la squadra. Se non avessi davanti difensori validi ed esperti come i miei compagni, di certo avrei raccolto qualche pallone in più dal fondo del sacco. Poi ho avuto la fortuna di poter confrontarmi con un grande portiere come Ferdinando Uliano: da lui sto imparando tantissimo, è sempre pronto a darmi il consiglio migliore su come interpretare al meglio questo ruolo delicato”. Già. Quello del portiere è il mestiere meno invidiato nel mondo del calcio. Perché basta anche il minimo errore a pregiudicare l’esito di un intero match. La pressione di chi dietro le spalle ha il numero uno è, quindi, doppia rispetto a qualunque altro giocatore di movimento. Così, anche il livello della concentrazione deve forzatamente crescere a ritmo esponenziale: “Inizialmente un po’ di pressione l’ho sentita – confessa Napolitano. – Provenendo da un settore giovanile, dove il risultato conta relativamente, ho un po’ accusato la responsabilità di dover obbligatoriamente portare i tre punti a casa. Con il tempo, poi, ho capito che il segreto è tutto nella testa: l’allenamento settimanale conta tantissimo, ma è altrettanto importante presentarsi al fischio d’inizio con la giusta concentrazione. Se manca quella tutto diventa più difficile”. La concentrazione, insomma, è il mantra di Napolitano. Componente che non deve mancare ad ogni partita, ancor di più in un derby come quello di domani con il Massa Lubrense: “Sarà una gara ostica – chiude l’estremo difensore biancoazzurro. – Affronteremo una buona squadra, sicuramente rinforzata rispetto alla gara di andata. Ma abbiamo lavorato tanto e bene in settimana ed arriviamo all’appuntamento carichi e determinati nella conquista dei tre punti. Per fare ciò, occorrerà mettere in campo cattiveria e concentrazione massime”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!