Real Vico – Sant’Agnello 0-0, le pagelle ai santanellesi: Micallo e Di Donna su tutti, Serrapica ingenuo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il centrale Micallo mette a referto anche una traversa (foto Astjo)

Il centrale Micallo mette a referto anche una traversa (foto Astjo)

NAPOLITANO 6: E’ chiamato ad un’unica, vera, parata (quella sul tocco da futsal di Carfora dal limite dell’area piccola) e risponde con una fenomenale parata d’istinto col piede. Prima, però, appare troppo indeciso sulle uscite alte, come ad inizio partita, quando a salvarlo è Micallo che anticipa Balzano pronto a battere a rete.

SCHIAVONE 6: Ha un cliente scomodissimo come Guadagnuolo davanti, ma con le unghie e con i denti riesce a limitarne la pericolosità. Proprio sul “Pocho” vicano piazza una diagonale provvidenziale sul finire della prima frazione, che impedisce all’esterno in maglia bianca di presentarsi a tu per tu con Napolitano.

MICALLO 6,5: Ha un’unica defaillance nel finale, quando un retropassaggio azzardato per poco non favorisce Carfora. A parte questo, è per distacco la colonna portante della difesa santanellese. Come se non bastasse, si rende pericoloso anche su azione d’angolo, ma la traversa gli nega la gioia di un gol che avrebbe ampiamente meritato.

DI DONNA 6,5: Stilisticamente non è il massimo, ma è maledettamente efficace: con le sue lunghe leve arriva dovunque, costringendo il malcapitato De Simone a girare alla larga dal suo raggio d’azione. Anche lui va vicino a lasciare un segno indelebile nel derby, ma Pastena si supera sulla sua testata in pieno recupero.

PERINELLI 6: Parte contratto e senza mordente, infatti Guidelli lo ridicolizza in uno scatto e lo manda in tilt ogni volta lo punta. Poi si ricompone, e nella ripresa non sbaglia praticamente più nulla.

SIBILLI S. 6: Riproposto nel ruolo di regista, rispetto alla gara con il Sant’Antonio Abate appare più pimpante ed incisivo. Nonostante i dirimpettai vicani macinino erba senza sosta, con acume ed esperienza riesce a farsi valere anche in fase di rottura. E, soprattutto, traccia un paio di traiettorie da stropicciarsi gli occhi (dal 25’ s.t. IENNACO 6: Entra per dare maggiore equilibrio alla squadra in inferiorità numerica e ci riesce ampiamente, mettendo in mostra tutte le sue doti da mastino).

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

DE ROSA 5: Sarà che il ruolo da esterno destro proprio non esalta le sue caratteristiche, ma gioca di gran lunga la partita più brutta da quando è al Sant’Agnello. Spesso fuori dal gioco, anche in fase d’impostazione non riesce a brillare.

Macchia una buona prestazione con un'espulsione ingenua Serrapica (foto Astjo)

Macchia una buona prestazione con un’espulsione ingenua Serrapica (foto Astjo)

INSERRA 6: Fa la spola tra l’attacco e la difesa, risultando un utilissimo elemento di raccordo. Con Esposito ingaggia un bel duello fisico, che lo vede spesso trionfare (dal 15’ s.t. SIBILLI G. 6: Ha voglia di fare, e magari di tornare ad essere decisivo. Ma l’andazzo della gara lo costringe più al sacrificio che all’inventiva in avanti).

SERRAPICA 4,5: Nel primo tempo non lo si vede praticamente mai, complice la marcatura sullo scatenato Guidelli. Poi, nella ripresa, la combina grossa, cadendo in area dopo un contatto con un difensore vicano: doppio giallo inevitabile e partita compromessa per i suoi.

MANCO 6: Peperino a tratti, quando ha campo e, soprattutto, quando gli recapitano i palloni giusti. Come quello da cui s’inventa il lob a Pastena che sbatte, però, sul legno traverso (dal 38’ s.t. DE STEFANO s.v: E’ propositivo, ma oltre qualche corsa a vuoto i suoi compagni gli permettono di fare poco più).

RUSSO 5: Ex della gara, peraltro beccato dal pubblico di casa, tradisce le attese in lui riposte. Non riesce, infatti, a divincolarsi dalle marcature di Albanese e Criscuolo, battendo a rete solo una volta, di testa, sugli sviluppi di un calcio di punizione. Costretto ad agire molto lontano dai sedici metri, prova a rendersi utile col lavoro di sponda, ma è troppo poco.

ALL.TURI 6: Contro questo Real Vico, anche il Sant’Agnello può accontentarsi di un pareggio, soprattutto con l’uomo in meno per gran parte della ripresa. Ha comunque da rammaricarsi, perché, nonostante i padroni di casa dettino legge per gran parte della partita, le occasioni più clamorose le ha avute la sua squadra.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!