Il Massa non sfata il tabù della prima: la Mariglianese passa al Cerulli

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

massa-vicoSi interrompe a cinque la striscia positiva del Massa Lubrense. I nerazzurri non riescono a sfatare il tabù della prima gara dell’anno solare: al principio del 2015 è la Mariglianese di Aldo Papa a violare il “Marcellino Cerulli” e a rispedire i nerazzurri in piena zona play – out.

La sfida vede gli uomini con la casacca blu padroneggiare in ogni zona del campo sin dalle prime battute. Il Massa, infatti, stenta a trovare le giuste contromisure per l’avversario e a metà della prima frazione di gioco subisce il gol di Siciliano, peraltro in sospetto fuorigioco. Al di là della posizione dubbia del centrocampista napoletano, il vantaggio della Mariglianese è legittimato da almeno altre quattro occasioni da gol collezionate e non capitalizzate.

Nella ripresa, il copione del match cambia radicalmente. Mister Gargiulo richiama in panchina capitan Cacace ed inserisce Breglia. Con l’ingresso dell’ex Sant’Agnello, il Massa Lubrense passa a quattro a centrocampo e prende d’assedio la porta difesa da Davide. Il forcing, però, non porta ai frutti sperati. Anzi, gli ospiti trovano il raddoppio con Antignani, che approfitta di una colossale dormita della difesa nerazzurra. Subìto il secondo schiaffo, il Massa reagisce con veemenza e trova il pari con il solito Aiello. Nelle battute finali c’è tempo solo per le proteste per un fallo in area non sanzionato sullo stesso numero undici di casa. Il gol, infatti, non arriva e con esso l’occasione per non recriminare sull’ennesimo passo falso.

MASSA LUBRENSE – MARIGLIANESE 1-2

Marcatori: 23’ p.t. Siciliano (MAR), 32’ Antignani (MAR), 42’ s.t. Aiello (MAS)

MASSA LUBRENSE: Stinga, Esposito P. Apreda (dal 9’ s.t. Izzo), Amita, Vollono (dal 30’ s.t. Cuomo), D’Esposito, La Monica, Vinaccia, Montaperto, Cacace (dal 1’ s.t. Breglia), Aiello. A disp: Fiorentino, Castellano, Schettino, Volpe. All: Gargiulo

MARIGLIANESE: Davide, Graziano, Biancardi, Andres, Mollo, Esposito, Falco, Siciliano (dal 36’ s.t. Pastore L.), De Biase (dal 9’ s.t. Antignani), Pastore F. (dal 42’ s.t. Sileno), De Falco. A disp: Gaglione, Maione, Napolitano, Putorti. All: Papa.

Arbitro: Melito di Ariano Irpino (Borrelli/Scarpa)

Ammoniti: D’Esposito (MAS), Vinaccia (MAS), Graziano (MAR), Falco (MAR), Biancardi (MAR), Andres (MAR), Davide (MAR)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!