Sant’Agnello, Turi:”Meno gare, punti pesanti”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

turi_sfa_astjo“Mancano sempre meno partite e i punti iniziano ad essere sempre più pesanti”.
Il tecnico Mario Turi chiama il suo Sant’Agnello alla prova di Atlante chiamato a sostenere la volta celeste composta dai sogni della sua truppa. Una truppa chiamata alla prova del Sant’Antonio Abate.
“Squadra che si è rinnovata molto e che avrà tante motivazioni per fare bene”.
Monito chiaro quello del trainer bianco azzurro.
“Evitiamo di ripetere i primi 20 minuti giocato ad Eclano”.
Al tecnico non va giù la gestione iniziale del sacco di Mirabella e cerca di scuotere una truppa che, dopo aver recuperato terreno al Gragnano, non può sbagliare.
“Serve il piglio giusto” puntualizza Turi, “Quello visto contro il Faiano e contro la Mariglianese”.
E’ prodigo di consigli il trainer costiero per la sua squadra.
“Occhio alle palle inattive perché hanno giocatori bravi nel calciarle e bravi negli inserimenti”.
Ricetta pronta, ingredienti chiari, serve solo quel pizzico di condimento che Russo e compagni dovranno mettere al match.
“Il Sant’Agnello dovrà fare il Sant’Agnello”, questo l’aroma che Turi chiede al suo gruppo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!