Macera:”Real Vico sono curioso di vederti all’opera”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Macera è curioso di vedere all'opera i suoi ragazzi (foto astjo)

Macera è curioso di vedere all’opera i suoi ragazzi (foto astjo)

“Una partita da prendere con le molle. Un brutto ricordo che vogliamo riscattare”.
Giovanni Macera sa bene che il match contro la Mariglianese rappresenta la prova di maturità di un gruppo che è riuscito nell’impresa di fare 14.
Un 14 che inizia a pesare nella testa e nelle gambe di alcuni interpreti del Real Vico. Meccanismi che hanno bisogno di un bel cambio d’olio e testa che deve essere più leggera per continuare a fare bene.
“E’ un momento di massima osservazione da parte mia” spiega il tecnico azzurro oro, “C’è da oliare gli ingranaggi della squadra anche perché minuti e presenze iniziano a pesare non solo nelle gambe, ma anche nella testa”.
Un Real Vico che dovrà fare quello che ha fatto nel corso delle ultime 14 gare.
“Sempre lo stesso atteggiamento. Sappiamo il nostro punto di forza qual è e ci confronteremo ancora con chi ci ha battuto 16 partite fa”.
Atteggiamento e gioco, sono questi gli stili di vita dei costieri che avranno un curioso in più.
“Sono curioso di vedere all’opera i ragazzi. Il percorso è stato lungo e abbiamo fatto sempre meglio. Le prove aumentano”.
Andato a Valdagno per provare con l’Altovicentino, Tony Arpino è di nuovo un calciatore del Real Vico. L’esonero di mister Cunico ha fatto saltare schemi e trasferimento in Veneto.
“Il mio stato d’animo è quello del padre nella parabola del Figliol Prodigo”, conclude Macera facendo un chiaro riferimento al Vangelo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!