Gargiulo:”Occhio Massa c’è da giocare”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Chiama i suoi alla massima attenzione mister Gargiulo (foto astjo)

Chiama i suoi alla massima attenzione mister Gargiulo (foto astjo)

“Veniamo da 4 risultati utili, il presidente la vede chiara, io no, ma spero che abbia ragione lui”.
Luigi Gargiulo nella classica analisi del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto, lo vede a metà.
“Ancora non abbiamo fatto nulla” puntualizza il trainer del Massa Lubrense, “Siamo solo a 17 punti su 35 che reputo una quota salvezza. Motivo per cui, per me la strada è ancora lunga”.
Alza l’asta dell’attenzione Gargiulo in vista della delicata trasferta di Benevento contro la Forza e Coraggio.
“Per me è una gara più difficile rispetto a quelle contro Gragnano e Scafatese”, evidenzia l’allenatore nero azzurro, “Perché? Affrontiamo una pari classifica”.
Una pari classifica che Gargiulo vuole affrontare così.
“Non siamo al completo, ma dobbiamo giocarcela a viso aperto. Sono tutte gare importanti sino alla fine e voglio che la squadra tenga alta la soglia dell’attenzione”.
Un’attenzione che passa anche dalla lunga trasferta.
“Sono queste le gare che mi preoccupano di più, perché si perde la concentrazione facilmente” conclude il mister costiero, “Spero solo che la squadra si faccia e mi faccia un bel regalo”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!