Sorrento: Il perché della cena a Nocera

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il direttore generale Scala  chiarisce il perché della cena a Nocera del Sorrento

Il direttore generale Scala chiarisce il perché della cena a Nocera del Sorrento

Tanti tifosi hanno storto il naso non appena appresa la notizia della scelta di un ristorante di Nocera Inferiore per la cena natalizia del Sorrento.
Sul perché i costieri abbiano voluto farsi gli auguri nella cittadina dell’agro è intervenuto il direttore generale Diodato Scala. Poche righe apparse sul sito ufficiale del club.

Ieri sera al ristorante San Michele Arcangelo di Nocera Inferiore, si è svolta la tradizionale cena natalizia per lo scambio degli auguri, in merito il direttore generale Diodato Scala, ha voluto rilasciare la seguente dichiarazione:
“Per la cena di Natale siamo stati invitati a Nocera da alcuni amici sponsor dell’agro-nocerino, che hanno voluto ospitarci per concludere insieme l’anno sportivo e festeggiare insieme in vista del Natale, colgo l’occasione per ringraziare tutti per l’ottima ospitalità e per il sostegno che hanno voluto offrire”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!