Mini Allievi, il Meta non decolla: la Scafatese vince di misura

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

1Stenta a decollare il campionato dei mini Allievi regionali del Meta. Dopo la sconfitta casalinga contro il Sorrento, i ragazzi allenati da Carlo De Gregorio escono sconfitti anche dal match contro i pari età della Scafatese.

La prima frazione di gioco è all’insegna dell’equilibrio, con i ragazzi metesi che in due occasioni sfiorano il vantaggio, prima con Buondonno e poi con Mattia Izzo, (quest’ultimo spreca solo davanti al portiere) mentre i locali rispondono, allo scadere, con una traversa colpita da Verrone.

Dopo l’intervallo, la Scafatese passa in vantaggio dopo tre minuti di gioco grazie ad Alfano, che approfitta di uno svarione difensivo di Russo, del tutto fuori posizione, e mette a segno l’1-0. La reazione dei ragazzi di mister De Gregorio è veemente e costringe i canarini sulla difensiva: il forcing biancoazzurro viene premiato al 23’ con Buondonno, che agguanta il pari. Neanche il tempo di gioire, però, e la Scafatese trova il nuovo vantaggio con Saldamarco a seguito di un nuovo, grossolano, errore del difensore Russo, decisamente in giornata negativa. Nel tentativo di pervenire nuovamente al pari, dalla panchina il tecnico metese provvede alle sostituzioni di capitan Izzo, rilevato da Tramparulo, e di Francesco Esposito al cui posto subentra Bifulco. Proprio quest’ultimo, nei minuti finali, si guadagna un netto calcio di rigore, per un atterramento in area da parte di un difensore avversario: Sul discetto si presenta Ascolese (da qualche minuto subentrato a Coppola) che, incredibilmente, calcia lento e centrale, tanto da permettere all’estremo difensore Barretta di parare agevolmente il penalty. Nonostante il rigore fallito i metesi continuano ad attaccare sino al termine, ma senza esito.

PRO SCAFATESE  – U. S. META 2-1

Marcatori: 3’ Alfano An. (S), 23’ Buondonno, 27’ s.t. Saldamarco (S)

META: Turci, D’Auria, Sammarco, Coppola, Di Martino C. Russo, Izzo, Esposito A. Buondonno, Guida, Esposito F. A disp: Di Martino G. Criscuolo, Bifulco, Arcolese, Gaeta, Izzo. All: De Gregorio.

PRO SCAFATESE: Barretta, Ingenito, Cozzolino, Esposito F. Alfano An. Longobardi, Starita, Sperandeo, Saldamarco, Verrone, Alfano Al. A disp: Zacchia, Casarucci, Catania, Solofra, Bilgini, Palumbo.

Arbitro: Ferrara di Castellammare di Stabia

Note: al 34’ s.t. Barretta (S) para un rigore calciato da Arcolese

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!