Volley C/F – Gimel: Colpi di scena alla Pulcarelli

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

gimelMassa Lubrense – La Gimel S.Agata strappa il tie-break all’A.S.D. Rota Volley 2001, la scorsa domenica 14 dicembre. Un match intenso, ricco di colpi di scena.
Siamo alla Pulcarelli. Le due compagini, vicine di classifica, voglion portare a casa tre punti importanti.
Coach Nica schiera il sestetto dell’ultimo match casalingo:
Gargiulo – Aversa S. (C) al centro, Marciano – Aversa C. schiacciatori-ricevitori, Mastellone – Aversa A. per la diagonale opposto-palleggiatore, Esposito M.L. libero.
Il primo set, superati una serie di vantaggi alterni, si colora di biancoblu (25-23).
Il secondo parziale è in pugno alle avversarie. Improvvisamente una giocatrice del Rota, avvertendo un dolore al ginocchio, si allontana dal campo di gioco. L’allenatore ospite sembra non voler invocare il time-out e dal pubblico santagatese parton le proteste. La panchina avversaria risponde e l’atmosfera si scalda.
L’arbitro assiste alla scena dalla propria postazione, lontano anni luce dall’intraprendere scelte per ristabilire l’equilibrio.
Le Gimelline intanto compiono troppe imprecisioni. Marciano pareggia i conti 22-22, ma un ace del Rota chiude i giochi 22-25.
Negli ultimi scambi, la stessa Marciano avverte dolore al ginocchio destro. La numero 4 biancoblu abbandona il campo, sostituita da De Gregorio.
Il terzo set è conquistato dalla compagine ospite (17-25). Un altro ginocchio cede durante il medesimo set. Graziato, numero 15 avversaria, abbandona in campo e successivamente la Pulcarelli, per ulteriori accertamenti.
Il destino santagatese sembra precipitare. Le Gimelline sorprendono tutti e vincono il quarto parziale 25-12.
L’avanzata biancoblu continua al tie-break. Il lieto fine è firmato da Capitan Aversa: 15-11.
Una vittoria rappresenta indubbiamente un segnale positivo. L’obiettivo 3 punti, saltato nella nona di campionato, si farà strada la prossima domenica 21 dicembre.
L’appuntamento è nuovamente alla Pulcarelli, ore 18.00, per l’ultimo match annuale contro DGA-Abatese Volley.
(fonte www.polisportivasagata.it)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!