Sorrento, continua la grande fuga: altri tre calciatori via

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
L'argentino Franco Caraccio lascerà il Sorrento

L’argentino Franco Caraccio lascerà il Sorrento

Continua la grande fuga in casa Sorrento. Nonostante la dirigenza sia, tra mille difficoltà, impegnata ad arginare gli addii dei propri tesserati e provi a rimpiazzare i partenti con elementi, sulla carte, di pari spessore, il fronte partenze dalla penisola sorrentina rimane sempre in forte fermento.

Sono, infatti, in tre con le valigie in mano. Come riferisce il portale SoloSorrento, il primo della lista è l’argentino Franco Caraccio: la punta, già dato per partente nelle scorse settimane, ha ritardato più volte il momento dei saluti in attesa di buone nuove sul fronte societario, ma il protrarsi della situazione d’incertezza l’ha spinto a cambiare aria: domani Caraccio avrà un incontro con i dirigenti costieri, nel quale sarà sancita la rescissione consensuale tra le parti.

Secondo nostre indiscrezioni, invece, è già da considerarsi finita l’esperienza con il Sorrento calcio di altri due calciatori. Si tratta dell’attaccante Francesco Maio che nelle ultime ore ha firmato la lista di svincolo ed è prossimo ad accasarsi al Valle d’Aosta, e del difensore Giuseppe De Risi, finito nel mirino del Mantova.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!