Lettieri:”Sono a Sorrento per riscattare lo scorso anno”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Le parole del neo centrocampista Manule Lettieri (foto Penna)

Le parole del neo centrocampista Manule Lettieri (foto Penna)

“Voglio riscattare l’epilogo dello scorso anno”.
Non manca lo spirito da guerriero a Manuel Lettieri. Il centrocampista nativo di Solofra torna a Surriento dopo lo scotto della retrocessione maturato all’Italia contro l’Arzanese.
“Restare senza squadra è brutto”, evidenzia il miglior dodicesimo di simonelliana memoria, “Purtroppo fa parte del gioco, ma sono contento di tornare a Sorrento.
Un ritorno gradito anche alla fidanzata Simona.
“E’ e sarà la prima tifosa della mia nuova squadra” se la ride Lettieri, “Voglio rendere felice non solo lei, ma anche i tifosi”.
Nelle parole del centrocampista ex Nocerina risalta la parola “tornare”.
“Sebbene conosca tutti ho tanti stimoli per far bene e dimostrare di valere”.
25 presenze condite da 4 reti nella passata stagione quando dal cilindro di Chiappino e Pitino uscì fuori il riccioluto centrocampista che a colpi di maglie sudate, abnegazione e sacrificio si conquistò un posto da titolare.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!