Torrecuso – Sorrento 4-2, tabellino e film della gara.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Non basta il pari di Caraccio (foto Penna)

Non basta il pari di Caraccio (foto Penna)

PUGLIANELLO – Da un lato, il Torrecuso squadra rabbiosa,fredda, determinata ed insidiata dall’ Akragas vincente nell’anticipo contro l’Orlandina. Dall’altro lato, un Sorrento piegato dal peso di una settimana turbolenta, si affida alla freschezza e alla grinta degli Under. Queste, le formazioni che si sfidano sul campo neutro di Puglianello. Basta poco al Torrecuso, solo quattro giri di lancette, e la palla é già in rete. Perno non si lascia sfuggire l’occasione e conclude di testa l’azione di Diego Zerillo. I rossoneri non si fanno intimidire, anzi, tirano fuori gli artigli e al 19′ ci pensa Caraccio a sistemare le cose. La palla torna a centrocampo, ma attenzione alla riscossa dei sanniti che al 36′ si riportano in vantaggio, stavolta con Galizia che sfrutta l’ennesimo assist di Zerillo. Poco dopo, al 44′, sarà proprio Zerillo a calare il tris.

Le squadre rientrano in campo dopo l’intervallo e Sosa cambia gli schemi: dentro Veniero per Visone e Viscovo per Capitan Ferraro. Nel frattempo però, il Torrecuso abbatte di nuovo il portiere Lombardo con una punizione di Wade. Il Sorrento non demorde e, prima colpisce la traversa con Polichetti e poi trova la rete del 4-2 con il nuovo arrivato Majella.  Potrebbe addirittura tornare in partita se non fosse per il gol annullato su segnalazione dell’assistente di gara. Il finale é di quelli pirotecnici: i rossoblu finiscono in 10 mentre gli ospiti provano l’assalto ancora con Majella.

L’arbitro, scaduti i tre minuti di recupero, decide che può bastare e manda tutti negli spogliatoi. Il Torrecuso torna così al comando, mentre il Sorrento nonostante la sconfitta può ripartire da un bomber in più.

Campionato Serie D Girone I  Torrecuso – Sorrento 4-2

Marcatori: 4’ pt Perna (T), 19’ pt Caraccio (S), 37’ pt Galizia (T), 44’ pt Zerillo D. (T),    4’ st Wade (T), 20’ st Majella (S)

TORRECUSO (4-3-3): Minichiello, Di Maio (28’ st Zerillo M. ), Fabozzi, Wade, Monti, Pagano, Ricci, Aracri, Zerillo D., Galizia, Perna (32’ st Furno).
A disp. Errico, Pecora, Colarusso, D’Ascia, Varriale, Ferrara, Petrone. All. Dellisanti
SORRENTO (4-2-3-1): Lombardo, Caldore, Schiavone, Ferraro (8’ st Viscovo), Visone (4’ st Veniero), Gabbiano, D’Ambrosio, Esposito, Caraccio, Polichetti (31’ st Simeri), Majella.
A disp. Olivieri, Buonomo, De Risi, Quinci, Di Somma, Carpenito. All. Roberto Carlos Sosa
Arbitro: De Tullio di Bari
Calci d’angolo: 4 a 2. Ammoniti: Galizia (T), Ferraro (S), Simeri (S), Aracri (T). Espulso al 25’ st Ricci (T) per somma di ammonizioni. Recuperi 1’ pt, 3’ st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!