Volley C/F – La Gimel sfiora la vittoria al tie-break

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
K.Y.D.A. mascotte biancoblu

K.Y.D.A. mascotte biancoblu

Massa Lubrense – Per un pugno di punti. La Gimel S.Agata sfiora la vittoria al tie-break nel match della scorsa domenica 30 ottobre. Elisa Volley Pomigliano giunge alla Pulcarelli forte del cammino svolto in campionato. Le Gimelline stravolgono completamente i piani avversari iniziali.
Ecco la cronaca del match, tratta dal sito ufficiale della società santagatese.

La gara comincia e Pomigliano spinge al massimo, approfittando dei troppi errori biancoblu (2-10). Gargiulo sostituisce Aversa A. in cabina di regia. Le due palleggiatrici si scambieranno spesso il posto durante il corso del match. Punto dopo punto, la Gimel accorcia le distanze trascinata dall’inarrestabile Mastellone. Le avversarie son ben attente a conservare il minimo gap necessario ad aggiudicarsi il set: 22-25.
gimelIl secondo parziale è una successione di botte e risposte, attacchi e difese. Il libero biancoblu Esposito M. L. sorregge la ricezione santagatese e le padroni di casa avanzano 14-12. Le avversarie capovolgono prontamente i giochi: 17-24. Seguono quattro ace di Marciano, due punti firmati Mastellone e l’ingresso di Esposito S. al servizio, autrice dell’ace del 27-25.
La Pulcarelli esplode, l’Onda Biancoblu canta senza sosta. Ma in campo, il terzo set è nuovamente black-out. Coach Nica è costretto al time-out (1-8). Non basta siglare qualche break, Pomigliano ha in pugno il parziale: 15-25.
Vantaggio alterno nel quarto set, con Capitan Aversa S. che ferisce in battuta sull’11-10. La Gimel accelera la corsa (21-16), ma le ospiti non demordono. Sicure dei propri mezzi, accorciano le distanze: 22-18. La parola passa ad Aversa A., la quale rimanda al tie-break con l’ace del 25-21.
La resa dei conti. L’ultimo capitolo di questa entusiasmante settima di campionato. Nica invoca il time-out del 4-7. I giochi biancoblu sembran pronti a terminare. Le Gimelline decidono di reagire: 8-8, 12-9. Mastellone centra il primo match-point 14-10. Le sorprese non finiscono qui. Le avversarie del Pomigliano hanno ancora forza per lottare e sorprendono le santagatesi (14-14). La loro tenacia varrà la vittoria finale 16-18.
Una grande serata di volley, contaminata soltanto dall’epilogo finale. È già tempo di guardare avanti in casa Gimel. La prossima domenica si sbarca ad Avellino per un match ampiamente alla portata santagatese.
(www.polisportivasagata.it)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!