Real Vico Equense, Macera:”Non guardiamo la classifica”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
La ricetta di Macera si chiama strategia (foto Astjo)

La ricetta di Macera si chiama strategia (foto Astjo)

Ci sarà la prova di maturità per il Real Vico Equense in quel di Mirabella Eclano.
Contro la compagine irpina i costieri sono chiamati a dimostrarsi grandi e capire quanto si è andati in avanti rispetto ad inizio campionato. Piazzamento play-off contro ultima della classe.
“Non guardiamo la classifica sia chiaro”, puntualizza Giovanni Macera, “Significa che dovremo essere più strateghi rispetto al passato”.
Questa la cura a cui è stato sottoposto il Vico nello scorcio di settimana che ha preceduto il match.
“L’Eclanese vorrà vincere a tutti i costi considerate le difficoltà che hanno incontrato in queste prime otto giornate del campionato, starà a noi continuare ad evidenziare le lacune che hanno pagato nelle otto gare sin qui disputate”.
Semplice e lineare l’approccio del trainer azzurro oro alla sfida.
“Proveremo a giocare negli spazi che ci saranno concessi dai nostri avversari” conclude lo “zeman dei dilettanti, “Siamo giovani e dobbiamo studiare tutte le strategie possibili per portare a casa più punti dalla partita”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!