Napolitano in veste ausiliare; Micallo e D’Agostino leonini, Manco che rosso

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Propositivo in avanti, preciso in difesa Micallo (foto Galca)

Propositivo in avanti, preciso in difesa Micallo (foto Galca)

Le pagelle del Sant’Agnello che ha impattato al Menti contro il Gragnano

Napolitano 7: Sembra un ausiliare del traffico che piazza sanzioni su sanzioni agli automobilisti indisciplinati. Mazzeo ne fa le spese in almeno quattro circostanze. Limitasse qualche errorino di sufficienza sarebbe da altre categorie.
Micallo 6.5: Spinge a mille, si sovrappone, cerca il cross e la palla filtrante. Morde le caviglie degli esterni giallo blu riducendo al minimo i pericoli sulla corsia di competenza.
Di Donna 5.5: Perde più di una volta il duello a distanza con Mazzeo. Parte bene, poi arranca, si rialza e bada al sodo.
D’Agostino 6.5: Dopo una brutta prestazione casalinga è gagliardo e senza macchia nel chiudere gli spazi agli avanti di Coppola.
Perinelli 6: E’ tanto propositivo quanto ingenuo. Vorrebbe incidere, ma perde una palla sanguinosa che poteva costar carissima.

Il migliore il portiere Napolitano (foto Galca)

Il migliore il portiere Napolitano (foto Galca)

Iennaco 5.5: Si ricicla vertice basso del rombo “turiano”. Paga il fisico, ma trova il penalty. Molto muscolare la mediana pastaia che lo surclassa nella prima parte, mentre esce alla distanza nella ripresa anche perché negli spazi larghi la palla gira a mille e i colleghi di reparto avversari vanno a vuoto.
Serrapica 6.5: E’ il vertice destro del rombo. Si cala nella parte con sacrificio ed esperienza. Per fermarlo si ricorre alle maniere forti. Non sarà un fulmine di guerra, ma l’abnegazione con cui è sempre in appoggio nella gestione fa tirare il fiato alla squadra.
dal 37’st Breglia sv
Sibilli G. 6: Esce per sfinimento. Il continuo rincorrere palla ed avversari lo porta ad essere immolato alla causa bianco azzurra. Manca di quel pizzico di esperienza che potrebbe portarlo ad essere l’arma in più.
dal 37’st Vanacore sv
Sibilli S. 6: Oculato. Si gestisce. Male nella prima frazione quando è chiuso nel trio dei dirimpettai, meglio nei secondi 45 minuti quando la corsa dei pastai rallenta e la palla può circolare con maggiore libertà.
Manco 5: Avrà avuto qualche cosa da chiarire con Loreto nel finale di primo tempo. La cosa non passa inosservata all’assistente Borrelli che richiama De Leo che lo manda fuori. La nota della sua gara.
Russo 6: Il rigore e tanto sacrificio. Da buon capitano rincorre tutto e tutti per portare a casa punti. Ne giunge solo uno, ma la freddezza che mostra quando batte Apuzzo è da scafato attaccante.
All. Turi 6: Ripropone il rombo sperando di far girare a vuoto gli avversari, ma a vuoto ci va la sua mediana nella prima frazione. Meglio i secondi 45minuti quando cala l’intensità e la corsa del Gragnano ed esce fuori quella dei suoi ragazzi.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!