Sbaratta è Campione Regionale in Puglia

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Sbaratta a sinistra con il capitano Borrelli

Sbaratta a sinistra con il capitano Borrelli

Un costiero sul tetto della Puglia.
Si tratta di Stefano Sbaratta. L’alfiere del Team Convertini chiude in undicesima piazza assoluta la gara di Monopoli, ma primo della propria classe.
Alla Gran fondo delle Colline disputata nelle vicinanze della cittadina monopolitana è stato tutto un lungo percorso ad ostacoli tra strada tortuosa e nervi tesi.
Una gara lunga 120chilometri in cui 7mila metri di ascesa piazzati a metà tornata facevano la differenza.
L’importanza della posta in palio rendeva la kermesse, ovviamente, molto nervosa sin dall’inizio. La fuga decisiva è partita dopo alcuni tentativi andati a vuoto nelle battute iniziali.
Secondo giro e i poursivants si avvantaggiavano nei confronti del gruppo.
Ad andare in avanscoperta il capitano della Convertini, Borrelli(vincitore alla fine), con altri sette atleti. Alle spalle degli otto di testa si insediavano altri 20 ciclisti tra cui Sbaratta.
L’atleta costiero rompe gli indugi all’ultima tornata. La voglia di riuscire a strappare la maglia di campione di Puglia è tanta e ai -20 piazza l’affondo. Sulla salita finale, però, il ritmo imposto da Sbaratta per allungare è l’arma a doppio taglio che consente agli inseguitori di rientrare e relegare l’atleta costiero della Convertini in undicesima piazza assoluta, ma primo nella categoria M1.

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!