Sant’Agnello, ecco Turi: “Sono qui per contribuire al successo finale”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Mario Turi nuovo tecnico del Sant'Agnello

Mario Turi nuovo tecnico del Sant’Agnello

“Io sono qui per contribuire alla vittoria finale del gruppo e per accelerare il processo di crescita dei giovani”.
Sono queste le prima parole di Mario Turi neo tecnico del Sant’Agnello. L’ex allenatore della Juve Stabia Primavera affiancherà Nardo sull panchina dei santanellesi.
“Dimostrare di essere i più bravi non è mai semplice, ma a questo compito siamo chiamati noi” puntualizza il nuovo tecnico costiero, “Ho una squadra che di Eccellenza, a parte la categoria e qualche piccola cosa, non ha assolutamente nulla”.
Chiaro il messaggio lanciato da Turi: il Sant’Agnello è costruito per vincere.
Non lo dice apertamente, ma lo fa capire il trainer gragnanese che all’esordio vivrà un condensato di emozioni.
“Beh la prima sarà al Menti che è stata casa mia sino a poco fa e per di più contro la squadra della mia città”.
Una sfida niente male anche perché l’obiettivo coppa non è secondario nei piani societari.
“Dovremo fare la gara e provare a vincerla, perché la società tiene alla Coppa” puntualizza Turi, “Dobbiamo dimostrare di essere noi i più forti e continuare a farci guardare la targa dagli altri”.
Ha diretto il primo allenamento lunedì il neo allenatore del Sant’Agnello che, “In due giorni non posso stravolgere il lavoro di chi c’era prima che va ringraziato ed elogiato. Dovremo solo esprimere al meglio il potenziale della squadra e lasciare che ogni calciatore esprima le sue potenzialità”.
Quale schema si adotterà nel prossimo match?
“Ci sono amici che hanno lavorato con me e mi conoscono bene, quindi non voglio darci ulteriori vantaggi” se la ride in conclusione Turi.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!