Al Sant’Agnello non entra la sesta sinfonia

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Alla seconda Nino Manco (foto Pollio) va in rete

Alla seconda Nino Manco (foto Pollio) va in rete

Aveva la chiara opportunità di lanciare un messaggio al campionato il Sant’Agnello di Alberto Negri. Suonare la sesta sinfonia al Renzulli di Ariano Irpino il compito a cui erano chiamati Russo e compagni, ma sul più bello arriva una di quelle sconfitte che pesano. Non sotto l’aspetto della classifica (4 punti di vantaggio e la sosta da fare), ma sulle convizione.
Sarà utile un forte esame all’interno dello spogliatoio per capire cosa non sia andato per il verso giusto in Irpinia.
Al 13′ Vanacore mette una palla invitante in mezzo, ma Sibilli G. di testa appoggia debolmente. L’ Ariano si chiude ed è pericolosa nelle ripartenze. In due occasioni Purcaro, al 19′ e al 21′ solo in area si fa ipnotizzare dal portiere.
La risposta dei bianzo azzurri si crea sull’asse Micallo – Giuseppe Sibilli, il giovane, però non riesce a superare l’estremo difensore di casa.
Al 40′ è ancora Purcaro che lanciato sul filo del fuorigioco viene fermato da Napolitano.
La chance per passare nel finale ci sarebbe per i costieri, ma capitan Santosuosso salva sulla linea..
La partita non si sblocca, gli ospiti si sbilanciano e vengono puniti a metà frazione.
Modesto allarga il gioco a sinistra per Parisi, che mette in area piccola una palla invitante per Spaccamiglio che da due passi appoggia in rete.
La gioia del vantaggio per i padroni di casa dura solo cinque minuti. Cross dalla sinistra di Breglia Manco mette in rete e pareggia.
Il pari potrebbe stare bene ai padroni di casa, ma il fianco prestato dai costieri è troppo facile da pugnalare.
A cinque  dalla fine il colpo del ko. Modesto tira in porta, Napolitano in tuffo non trattiene e sulla corta ribattuta Errico segna il goal vittoria.

Vis Ariano – Football Club Sant’Agnello   2-1
Ariano:  Federici, Di Gruttola, Parisi, Mainiero, Spaccamiglio R., Bravoco,Vitillo, Marinaccio ( 60′ De Stefano), Errico, Santosuosso, Purcaro (69′ Modesto). All. Antonio Puzio
Football Club Sant’Agnello: Napolitano, Vanacore, Breglia, Serrapica (46′ Iennaco), Micallo, Di Donna, Sibilli S., Inserra (70′ Manco), Pignalosa, ( 60′ Perinelli), Russo, Sibilli G. All.Nardo.
ARBITRO:  Vincenzo Castropignano (Ercolano)
Marcatori: Spaccamiglio (VA), Manco (SA), Errico (VA)
NOTE: 350 spettatori circa giornata soleggiata, ammoniti  Bravoco, Marinaccio, Santosuosso, Serrapica, Russo, Manco

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!