Le risposte del presidente Squillante

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Le risposte del nuovo numero uno del Sorrento, Emilio Squillante (foto Penna)

Le risposte del nuovo numero uno del Sorrento, Emilio Squillante (foto Penna)

Non solo la spiegazione di quello che sarà il Sorrento del nuovo corso, ma anche un sano confronto su domande a cui in tanti aspettavano una risposta.
Chiarito il deficit di bilancio e l’esposizione nei confronti del fisco, Emilio Squillante non ha fatto mancare le proprie risposte a quelle che è stato il question time della serata all’Hotel Continetal.

A che titolo diventa presidente. C’è stato un passaggio di quote?
“Ho una delega su tutto e sarà ratificata secondo i termini di legge. Ci sarà tutto in chiaro ed apparirà sul sito ufficiale”.
Non lascia dubbi, quindi il numero uno del club, che lascia intendere come la divisione del pacchetto di maggioranza resti invariata.

Ha incontrato il sindaco. C’è una questione campo?
“Mi rammarico per una mia mancanza di non aver potuto ancora vedere il primo cittadino. e’ una cosa che dovrebbe avvenire con molta probabilità tra lunedì e martedì”.

Si affronta il girone siculo-calabrese, è stata una scelta oculata?
“Avrei fatto di tutto per evitare questa collocazione per una questione di risparmio, perché si sarebbe potuto investire sotto il profilo tecnico in modo differente”.

Ritiene una sfida il dover riconquistare la fiducia dell’imprenditoria della città?
“Ne avrei voluto vedere qualcuno, ma non ce ne sono. I miei amici non mi hanno detto “Chi te lo fa fare”, ma hanno solo manifestato le loro perplessità, quindi è già un punto di partenza”, commenta Squillante, “Se in futuro ci fossero imprenditori locali che volessero entrare nel Sorrento ben vengano”.

I calciatori della passata stagione hanno ricevuto l’ultima mensilità (giugno ndr)?
“Ognuno deve accollarsi le proprie responsabilità. Il problema da me non è stato ancora affrontato”.

Ci sono già degli sponsor?
“Si c’è qualcuno che si è avvicinato. L’obiettivo è coinvolgerne sempre di più. Per il momento sono solo piccole e medie attività. I grandi? Dovremo essere noi ad attrarli”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!