Dopo il boom di presenze, al Sant’Agnello l'”Italia” sta stretto. Negri: “Chiederemo la tribuna laterale”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
La tribuna centrale dello stadio "Italia" durante Sant'Agnello - Campagna di sabato scorso

La tribuna centrale dello stadio “Italia” durante Sant’Agnello – Campagna di sabato scorso

Il Sant’Agnello conquista successi in campo e riscuote consensi sugli spalti. Notevole, infatti, la cornice di pubblico che assiste sempre più numerosa alle gare dei bianco blu disputate allo stadio “Italia” di Sorrento. Come si vede, infatti, nella foto a lato, la tribuna centrale dell’impianto di via Califano (unico settore aperto per ordine pubblico), in occasione della partita disputata domenica scorsa contro il Campagna, era quasi completamente esaurita in ogni ordine di posto. “E’ ulteriore soddisfazione – il commento del presidente Alberto Negri, – una dimostrazione che gli appassionati della penisola hanno fame di vittorie e di bel calcio. La nostra squadra in campo sta regalando belle emozioni ed ora soltanto la tribuna centrale ci sta un po’ stretta. Abbiamo già preparato la richiesta per chiedere l’autorizzazione ad utilizzare anche la tribuna laterale per il prossimo impegno casalingo. Lo hanno richiesto anche i nostri fedelissimi che ci hanno sempre sostenuto anche nelle annate passate, quando le ambizioni erano differenti”.

Fonte: Area comunicazione F.C. Sant’Agnello

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!