FOTONOTIZIA – Il “Pampa” Sosa ritorna in campo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Roberto Sosa ha partecipato insieme ai suoi ragazzi alla partitella di fine allenamento.

Roberto Sosa ha partecipato insieme ai suoi ragazzi alla partitella di fine allenamento.

Ancora una volta, non ha resistito al richiamo del cuoio. Ma, stavolta, a pizzicarlo c’era l’obiettivo di Carmine Galano. Il “Pampa” Roberto Sosa è stato pizzicato mentre, fratino addosso, partecipava attivamente alla partitella in famiglia con i suoi calciatori, al termine della prima seduta di allenamento settimanale in vista della sfida casalinga contro il Comprensorio Montalto Uffugo.

Non è la prima volta che l’allenatore argentino, che vanta ancora un fisico tonico ed asciutto, si mischia ai suoi ragazzi sul rettangolo di gioco ma, stavolta, la partecipazione alla partitella ha una chiave di lettura specifica: è un modo sano per scaricare parte della tensione accumulata dopo la terza sconfitta consecutiva e, soprattutto, nella gestione di un gruppo che, nonostante in campo dia sempre il massimo, cominci ad essere spazientito dalla mancata corresponsione delle somme pattuite in sede di accordi economici.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!