Volley femminile: Massimo Barricella esamina la stagione delle compagini costiere

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

SCORRONO I TITOLI DI CODA: UN ANNO AGONISTICO È PASSATO.
Una stagione di sudore, vittorie, sconfitte, emozioni, ma soprattutto di storie.
Massimo Barricella ripercorre per noi la stagione targata Gimel S.Agata, Apd Carotenuto S.Agnello e Libertas Sorrento.

La stagione pallavolistica 2013/14 si è conclusa da poco. Si chiude il sipario su un’altra annata agonistica, passata tra sudore, vittorie, sconfitte, emozioni, ma soprattutto storie. E come ogni anno la Penisola ci ha regalato emozioni e grandi soddisfazioni. Resta per alcune società il rammarico di aver sfiorato risultati migliori e sogni promozione, ma il bilancio finale per le società costiere è più che positivo.

Coach Nica e le sue ragazze

Coach Nica e le sue ragazze

A proposito del volley rosa, si salva con largo anticipo la Gimel S.Agata, conquistando un ottavo posto nel campionato serie C/F girone B, che non rende giustizia al valore di una squadra costruita sicuramente con ambizioni diverse. C’era molta attesa per il ritorno in panchina di uno dei più titolati allenatori costieri, Giuseppe Nica, che ha provato a trasmettere una mentalità vincente, tipica delle sue squadre, e a plasmare un gruppo che potesse finalmente fare il salto di qualità. I risultati non hanno dato merito al lavoro fatto e anche se la squadra avrebbe meritato sicuramente di più dei risultati ottenuti, restano le basi per un nuova stagione che speriamo porti a traguardi migliori.

Organico Serie D Apd Carotenuto S.Agnello

Organico Serie D Apd Carotenuto S.Agnello

Delusione invece per l’ A.P.D. Carotenuto S.Agnello al femminile, che dopo aver dominato per gran parte del campionato, conclude la stagione con un sesto posto nel girone D della serie D/F . La partenza lanciata della compagine guidata da mister Morgan Celentano ha fatto ben sperare, ma qualche sconfitta di troppo, che ha caratterizzato il finale di campionato, ha allontanato del tutto il sogno promozione.

Il Palazzetto in Via Atigliana, arena della Libertas Sorrento

Il Palazzetto in Via Atigliana, arena della Libertas Sorrento

Salvezza infine per la Libertas Sorrento di Adriano Morelli, la quale con il settimo posto nel campionato di serie D/F girone D , conserva la categoria. La stagione agonistica non è stata delle più esaltanti. Il valore del gruppo e l’esperienza di alcune atlete hanno permesso tuttavia una salvezza che si spera possa essere la base per un ritorno al volley che conta, in auna società che in passato ha regalato al popolo sorrentino grandi emozioni.

a cura di Massimo Barricella.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!