Sorrento: La mano tesa di Alberto Negri

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Apre ad una possibile fusione e ripartenza il presidente del Fc Sant'Agnello, Albero Negri

Apre ad una possibile fusione e ripartenza il presidente del Fc Sant’Agnello, Albero Negri

Il futuro che verrà sarà tutto frutto degli ultimi 90 minuti. A credere ad una possibile rimonta forse non sono neppure i giocatori. Troppo pesante la scoppola, troppo poco il tempo per digerirla. In pratica il Sorrento pare già retrocesso senza giocare il ritorno.
Lo spettro della D sembra una realtà consolidata, sebbene manchi la gara di ritorno.
Ad aprire un piccolo spiraglio sul nebuloso futuro che attornia il sodalizio di via Califano è il presidente del Sant’Agnello Alberto Negri.
Si, perché la D non è sicura. Resta da capire la possibilità di accedere alla quarta serie e, qualora non ci fosse l’iscrizione, questa la proposta del massimo dirigente bianco azzurro.
“Eccellenza a Sorrento col nostro titolo? Perché no”.
In un momento di difficoltà una mano tesa.
“Tutto potrebbe partire facendo una selezione dei migliori ragazzi della penisola e non, come Giulio Russo”.
Idee chiare ed un pallino che ha portato i costieri, in passato ad essere al top.
“Settore giovanile selezionato con tutti ragazzi locali” rilancia Negri, “Una Scuola calcio solamente con gruppi selezionati. Tutto logicamente col nome Sorrento. Gli altri gruppi di settore giovanile categoria B sia di puro settore giovanile, sia di scuola calcio continueremmo a farli a S.Agnello. Forse sarebbe l’unico modo per ripartire con slancio ed un po’ di credibilità del progetto”.
Questo uno degli scenari futuri che potrebbe aprirsi in caso di vera e propria crisi. Ripartire dai campi polverosi dell’Eccellenza per tornare verso palcoscenici più impegnativi.
Ai calciatori l’arduo compito di rimandare una sentenza già scritta e ai dirigenti quello di garantire un futuro alla gloriosa società costiera.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



3 thoughts on “Sorrento: La mano tesa di Alberto Negri

    1. FC SANT'AGNELLO

      non ci interessa il tuo nome anche perché sappiamo bene che non ti firmeresti mai , ma almeno ci fai capire cosa intendi dire con quella “T”? GRAZIE

  1. FC SANT'AGNELLO

    SCUSACI ,CREDEVAMO IN UNA PRESA IN GIRO, POI ABBIAMO TROVATO L’ERRORE, SICURAMENTE UN ERRORE DI BATTITURA DEL GIORNALISTA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!