Catania-Maiorino-Lettieri portano il Sorrento ai play-off

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

esultanza_poggbonsi_pennaIl Sorrento c’è e ci sarà anche nel post season. Si, perché le tre reti del San Bartolomeo regalano l’accesso agli spareggi alla truppa di Simonelli.
Una squadra che timorosa quasi fosse al primo appuntamento riesce a sciogliersi e trovare quel segnale giusto per corteggiare a più non posso la signorina classifica.
Un campionato vissuto sull’altalena più vicino al baratro della retrocessione diretta di quanto non fosse la salvezza senza passare dal purgatorio.
Pesa più la testa del campo allentato dalle piogge dei giorni scorsi.
Nel calcio non si inventa nulla. Bisogna fare un goal più degli avversari, avere un piccolo vantaggio sfruttare l’errore per uscire vincitori dal rettangolo verde.
I costieri dimostrano di saper soffrire, tenere testa ai propri avversari, rischiare, essere salvati ad un passo dal baratro dalla mano amica di Miranda.
Quando si va negli spogliatoi con lo 0-0 e altri risultati che spingono i costieri all’ultimo posto utile per allungare il campionato, cambia qualche cosa.
Cosa? Il goal che i rossoneri trovano presto.
La testa di Catania sull’angolo battuto da Maiorino cancella tutto. Come fossero risucchiati in una trappola, gli ectoplasmi scompaiono dalla mente, si liberano le gambe e le radioline sono solo un suppellettile scomodo da portare con se.
Maiorino e Lettieri fanno il resto. Chiudono una pratica complicata, difficile che resta sul tavolo pronta per essere archiviata nell’arco delle prossime gare che i costieri dovranno guadagnarsi secondo dopo secondo e minuto dopo minuto.

Castel Rigone – Sorrento 1-3
CASTEL RIGONE (4-4-2): Zucconi; Cangi (22’st Guarino), Bianco, Gimmelli, Leoni; Montanari (1’st Luna), Coresi, Ubaldi, Scappini; Tranchitella, Agostinelli (15’st Battistelli). All. Fusi.
SORRENTO (4-4-2): Miranda; Imparato, Pantano, Pisani, Villagatti; D’Anna, Danucci, Catania (38’st Licata), Coppola (21’st Lettieri); Maiorino (21’st Improta), Innocenti. All. Simonelli.
Arbitro: Rapuano di Rimini.
Marcatori: 1’st Catania (S), 19’st Maiorino (S), 33’st Lettieri (S), 49’st rig.Scappini (C).

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!