Sorrento: Le statistiche della sfida con il Gavorrano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Riccardo Innocenti in azione con l'Arzanese (foto Abbate)

Riccardo Innocenti in azione con l’Arzanese (foto Abbate)

Di spiaggia in spiaggia il Sorrento si avvicina alla fine del campionato.
Se con l’Arzanese si ci giocava le ultime residue speranze di rientrare in corsa, in casa con il Gavorrano si ci giocherà il tutto per tutto.
I costieri sanno bene che sino al termine della stagione non c’è da perdere neppure un punto.
Serve una squadra che rasenti la perfezione e metta da parte le impietose statistiche.
Impietose. Si, perché i rossoneri navigano in ultima posizione per rendimento interno.
Le illusorie vittorie contro Aprilia e Cosenza avevano fatto migliorare il piazzamento nella particolare graduatoria, ma il flop consecutivo con Aversa ed Ischia ha mandato gambe all’aria il progetto di risalita iniziato a gennaio.
In casa il Sorrento ha la peggiore difesa (18 reti subite) seconda solo a quella del Gavorrano (19). Una strana coincidenza alle porte del match verità con i maremmani.
Le statistiche parlano di due ko consecutivi che alzano la quota totale a 9 in 13 gare. Fatto tredici la compagine di Simonelli dovrà cercare di raggiungere quota 5 cinque alla casella delle vittorie. Con il professore sono arrivate solo due gioie per i supporter di casa che, con ogni probabilità potrebbero disertare lo stadio.
La situazione dei toscani non è migliore. Il Gavorrano in esterna non ha mai vinto. Solo 5 pareggi e due reti fatte per gli uomini di Masi.
Le statistiche sono da brividi. Ai costieri non resta che vincere per alimentare le residue speranze di approdare ai play-out.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!