Al Sant’Agnello manca l’apriscatole

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Sui piedi di Fiorentino la chance del pari che termina in curva

Sui piedi di Fiorentino la chance del pari che termina in curva

Il Sant’Agnello va ko contro la Virtus Scafatese al termine di una sfida nella quale a lasciare interdetti è la direzione arbitrale di Camilli.
Un solo goal, per giunta dubbio, griffato Polverino ha deciso una sfida equilibrata.
Il peso specifico del risultato è tutto sulle spalle degli ospiti. La vittoria della Sarnese spinge gli uomini di Esposito a tentare di fare il colpo.
I costieri sono stati abili a tenere botta e lanciarsi negli spazi con la velocità di “Flash”, ma la concretezza di “Gatto Silvestro”.
E’ mancato sempre quel pizzico di lucidità che avrebbe permesso alla truppa di Guarracino di fare il colpo.
Sulle palle inattive la tensione sale alle stelle. I padroni di casa perdono in riferimenti e stazza e per i giallo blu c’è vita facile.
Il pizzico di fortuna aiuta i costieri sull’incornata di Cirillo, ma si volatilizza quando Polverino riceve palle oltre la linea. Tutti fermi? No. La posizione è buona per l’assistente e l’attaccante ospite fredda l’incolpevole Uliano.
Il piano tattico salta.
Il Sant’Agnello deve fare la partita e nella ripresa con criterio e volontà si corre meglio, si occupano gli spazi e si mette in apprensione la retroguardia ospite.
Nel momento clou Macarone e Fiorentino peccano di precisione, gli scafatesi ringraziano, ma in un amen perdono la parità numerica. Fanciello giovane attaccante viene risucchiato in un vortice di rapida follia e scalcia Scippa. Rosso diretto.
Si ci imbarca per l’assalto finale. A Guarracino serve l’apriscatole giusto, ma né Rega, né Chierchia riescono a creare quella giocata per impattare.
Quando Gargiulo libera Fiorentino tutto viene bene come un buon sufflè, la conclusione è lo shock termico che fa afflosciare il dolce, palla in curva e pericolo scampato per Gallo e compagni.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!