Sorrento: Quanto pesa il fattore M…aiorino

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
9 reti da 12 punti. Questo il rapporto tra i goal di Maiorino (foto Penna) e la classifica del Sorrento

9 reti da 12 punti. Questo il rapporto tra i goal di Maiorino (foto Penna) e la classifica del Sorrento

Quanto conta il fattore M. M come Maiorino.
Il Sorrento dipende fortemente dal suo estroso furetto offensivo. Sono 9 le reti in campionato per il prodotto del settore giovanile del Taranto.
Giunto in costiera in prestito dal Vicenza, Maiorino è presto entrato nel cuore dei tifosi. Non solo goal, ma giocate e dribbling che hanno fatto piovere applausi su applausi per “Pasqualino sette bellezze”.
I rossoneri nell’arco della stagione si sono dimostrati dipendenti dalle reti del proprio numero sette.
Con Chiappino Maiorino era andato a segno sei volte, volando al vertice della classifica dei bomber del girone B di Seconda Divisione di Lega Pro.
Un bottino complessivo di 6 marcature che hanno fruttato ai costieri ben 12 punti.
In pratica una dipendenza diretta.
L’attacco è il reparto che ha fruttato alla truppa di Chiappino, prima, e Simonelli, poi la bellezza di 21 reti.
Tutti sono andati a segno a parte Innocenti, ancora ai box, e Soudant. Gli altri hanno lasciato il segno.
Immediatamente dopo Maiorino come bottino di reti segue Canotto.
Il giovane, classe ’94, di proprietà del Siena è a quota 4. Un paradosso se si pensa al ruolo che il professore di Saviano gli ha cucito addosso: esterno di un centrocampo a 5 e terzino. Per caratteristiche il capocannoniere del Viareggio 2013 è sacrificato, ma giocare val bene un fuori ruolo.
Appaiati sul podio ci sono Riccardo Musetti autore del primo goal della stagione ed Emanuele Catania, andato a segno in due sconfitte interne, a quota tre.
Nel reparto offensivo in goal anche Chinellato, ora al Cosenza, ed Improta, infortunato.
In soldoni l’83.3% delle marcature portano la griffe dell’attacco che con Simonelli è andato a segno in cinque gare con 6 reti.
Urge far ritrovare quello smalto perduto alla squadra in fase offensiva, perché se è vero che bisogna non prenderle, ai costieri sono rimaste solo le vittorie per cercare la rimonta verso gli spareggi in quante più gare possibili rispetto alle 11 che mancano al termine della stagione.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!