Il punto dell’esperto a cura di Salvatore Buonomo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il punto dell'esperto a cura di Salvatore Buonomo

Il punto dell’esperto a cura di Salvatore Buonomo ds della Pro Scafatese

Il punto dell’esperto di Sportinpenisola ha ascoltato questa settimana Salvatore Buonomo direttore sportivo della Pro Scafatese.

“Sarnese e Virtus Scafatese difficilmente si fermeranno”.
Diretto e schietto come spesso gli è capitato nel corso dell’anno passato a Vico Equense nel momento di difficoltà, l’uomo mercato del presidente Cesarano analizza il girone B di Eccellenza.
“La sorpresa del girone è certamente la Libertas Stabia. Ottimo il piazzamento a fronte di investimenti contenuti”.
In un sol colpo spazza via gli interrogativi su chi potesse essere la novità che ha spiazzato tutti.
“L’Angri ha qualche cosa in più delle altre che rincorrono, ma noi della Pro Scafatese dobbiamo sbloccarci”.
Tutto resta aperto in vista dei play-off con la mannaia del giudice sportivo ad incombere.
“E’ vero. Molto ce lo giocheremo negli scontri diretti – puntualizza Buonomo -. Non dovremo commettere più passi falsi contro nessuna e viaggiare a media promozione. Confidiamo di poter arrivare alle gare clou senza essere in piena emergenza come ci è capitato in avvio di girone di ritorno”.
Una Pro data da tutti come le protagoniste del campionato. Risultati non eccellenti hanno portato ad alternarsi sulla panchina dei canarini ben tre tecnici.
“Abbiamo fatto meno delle previsioni. Non me ne vogliano gli altri allenatori, ma se fossimo partiti con questa guida tecnica (Citarelli ndr) e un Guadagnuolo e un Agata in più le cose sarebbero andate diversamente. A noi tocca solo tenere aperta la porta che ci conduce agli spareggi”.
In coda tutto può ancora accadere.
“Sebbene si sia rinforzata con Angelo Somma e Galdi la Poseidon farà fatica alla pari di Calpazio ed Eclanese che non sono riuscite a piazzare i colpi oltre la media”.
Tra le costiere spicca il Massa che in sede di mercato ha messo in organico Giulio Russo.
“Un valore importante al di là della gestione caratteriale – commenta Buonomo -. Con lui in squadra tutti si sono sentiti responsabilizzati a dare qualche cosa in più”.
Il Sant’Agnello targato Guarracino rende la vita dura a tutti.
“E’ vero. I bianco azzurri sono una squadra caratterialmente molto forte che rispecchia in pieno il loro tecnico. Hanno delle buone individualità e potranno ottenere una salvezza tranquilla se non qualche posizione in più”.
Quale sarà il futuro di Buonomo?
“Ho Sorrento nel cuore. Da calciatore complice anche gli infortuni non ho dato quello che la piazza meritava. Vorrei tornare anche non nel professionismo per contribuire al rilancio della piazza”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!