Grande ripresa del Massa che espugna il Varone

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

esultanza_massaVince bene il Massa Lubrense in quel del Varone. Nello scontro diretto con il Sant’Antonio Abate i nero azzurri si impongono per 2-1.
Un match equilibrato nella prima parte di gara. Giallo rossi che colpiscono una traversa con Galasso, costieri che li imitano con Aiello.
Al termine dei primi 45 minuti di gioco si capisce che solo un episodio potrà cambiare la fase di stallo.
Tutto accade nell’arco di soli tre minuti di gioco. Staiano commette fallo in area, l’arbitro decreta la massima punizione. Dal dischetto Aiello non sbaglia e sblocca. Palla al centro e Massa che si riversa nella metà campo dei padroni di casa conquistando un angolo. Nella mischia a risolvere tutto ci pensa il giovane Siniscalchi.
Fatto il 2-0 la compagine di Luigi Gargiulo prova ad amministrare e non correre rischi, ma al minuto 28 capitola ad opera di Staiano che in mischia batte Fiorentino.
Con una rete di vantaggio il Massa si affida alle ripartenze. Troppi gli errori nella fase dell’ultimo passaggio rendono il finale un assedio da parte dei padroni di casa senza che il portiere ospite corra seri rischi. Vittoria fondamentale conquistata senza Russo e Cacace che rendevano l’attacco del Massa uno dei migliori del girone. In loro assenza Aiello si regala la seconda rete consecutiva e tre punti per tutto il sodalizio di via Arenaccia.

SANT’ANTONIO – MASSA LUBRENSE 1-2
SANT’ANTONIO: Balestrieri, Veneziano (27’st Vollono), D’Esposito, Mosca, Galasso, Staiano, Russo (12’ st Navas), Somma, Comegna, Pelagione, Pucci (1’ st Alfano). A DISP.: Battimelli, Nastro, Donnarumma, Immobile. All.: Gargiulo C.
MASSA LUBRENSE: Fiorentino, Cantilena, Apreda, Cestaro, De Luca, Siniscachi, Iovino (27’ st Volpe V.), Vinaccia, Izzo (31’ st Cappiello), De Stefano F., Aiello (42’ Gargiulo R.). A DISP.: Ruocco, Volpe A., De Stefano A., Cuomo. All.: Gargiulo L.
ARBITRO: sig. Galluccio di Caserta
MARCATORI: 2’ st Aiello su rigore (M),  3’ st Siniscalchi (M), 28’ st Staiano (S.A.)
AMMONITI:  11’ pt Vinaccia (M), 17’ pt Pelagione (S.A.), 35’ pt De Luca (M),  37’ pt Veneziano (S.A.),  9’ st Somma (S.A.),  18’ st Navas (S.A.). REC.: 3’ st

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!