Volley Serie C/F Gimel: parola al centro con Aversa S.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Aversa S. in battuta alla Pulcarelli

Aversa S. in battuta alla Pulcarelli

Massa Lubrense – Sette vittorie e sei sconfitte. Sette tie break e 18 punti. Terminato il girone d’andata, la Gimel S.Agata occupa la settima piazza nel campionato di Serie C femminile, girone B.
Oggi il bilancio circa il primo tempo stagionale spetta alla centrale biancoblu Aversa S., la Gimellina d’esperienza.

L’Aversa maggiore esamina il cammino delle santagatesi: ”La prima parte di campionato è stata un po’ sotto tono. Vedo margini di miglioramento e credo che a tratti abbiamo dimostrato di potercela giocare alla pari con le grandi del campionato o per lo meno farle sudare molto.
Per la centrale numero 10 giunge anche qualche piccola soddisfazione: “Essere tornata per me è già una vittoria, anche se il livello non potrà mai essere quello di prima. Provengo da 2 anni di quasi totale inattività tra infortunio, panchina e lavoro. Spero di assolvere al mio compito, ossia d’essere di sostegno a qualche ragazza più giovane”.
Un approccio ricco di esperienza e voglia di migliorare ancora: “Il cambio di allenatore è stato positivo. – continua Aversa – Per quanto affezionata ad Andrea, nuovi stimoli sono importanti per una squadra che gioca insieme da molti anni. Oltre l’affiatamento è necessario anche rompere le abitudini per crescere. Nica ha un approccio diverso, che speriamo dia i suoi frutti, soprattutto a livello di mentalità vincente”.
Aversa e le Gimelline scenderanno nuovamente in campo domenica, contro il Club Volley Saviano, per il primo match del girone di ritorno. Ma in casa Gimel, con il coach Nica, non si finisce mai d’allenarsi.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!