Qui Casertana la parola all’ex Gigi Pezzella:”Non guardiamo la posizione in classifica”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
L'ex Gigi Pezzella (foto Armando Serpe)

L’ex Gigi Pezzella (foto Armando Serpe)

E’ il grande ex di Casertana-Sorrento. Ha vinto due campionati con i rossoneri e per lui sarà una partita speciale. Parliamo di Gigi Pezzella che non nasconde l’emozione di incontrare il suo recente passato: «Ho trascorso otto stagioni in rossonero e non posso certo dimenticarli. Ho lasciato quella maglia da vincitore e francamente dispiace vederla in quella posizione di classifica. Quando gioco in una squadra penso solo al bene della società in cui milito e domenica darò il massimo per vincere un’altra partita. I ricordi non si cancellano, ma al fischio di inizio contano solo i tre punti». I costieri non attraversano un momento particolarmente felice, ma Pezzella mette in guardia i suoi: «Non dobbiamo guardare la posizione attuale dei nostri avversari – continua l’esterno – perché in rosa hanno ottimi calciatori e un allenatore che sa il fatto suo. Mi aspetto una partita dura, un derby che come al solito vale doppio e noi ce le metteremo tutta per vincerlo. Probabilmente sarà un Sorrento che verrà qui per difendersi e poi ripartire in contropiede. Noi dobbiamo semplicemente giocare da Casertana perché se facciamo le cose che sappiamo fare non ce n’è per nessuno. Stiamo vivendo un periodo molto positivo; c’è entusiasmo nel gruppo, tra la tifoseria, in società, ma dobbiamo sempre rimanere concentrati dal primo al novantesimo. Come batterli? Ritmo alto e ripetere le prove offerte fin qui. Siamo primi in classifica e non vogliamo certo lasciarci sfuggire questa posizione».

Armando Serpe

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!