Sorrento: Tutti sotto esame a Caserta

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Servirà una prestazione da squadra per il Sorrento (foto Pollio)

Servirà una prestazione da squadra per il Sorrento (foto Pollio)

Dopo il ko con l’Aversa Normanna il professore si era messo sotto esame: “se non c’è reazione il primo colpevole è il tecnico”, queste le sue parole nel corso della conferenza stampa post gara.
Un lungo summit post partita aveva blindato la posizione dell’allenatore giunto a fine novembre per sostituire l’esonerato Luca Chiappino.
I rossoneri di tecnico in tecnico hanno manifestato sempre lo stesso difetto: mai più di tre risultati consecutivi.
Il miglior periodo per l’ex mister del Genoa Primavera coincise con le gare di Cosenza, Poggibonsi e Aversa, mentre per Simonelli il tris è stato servito da Lamezia, Aprilia e Cosenza. In entrambi i casi i costieri hanno totalizzato 7 punti. In tutte e due le situazioni la classifica sembrava leggermente meno deficitaria di quello che è attualmente: terzultimo posto e -4 dai play-out.
Spareggi che restano l’obiettivo dichiarato di un gruppo che deve in fretta ritrovare la propria anima.
Al Pinto contro la Casertana, che con il Sorrento ha iniziato il proprio cammino fatto di 18 risultati utili consecutivi, ci sarà da trovare quel leader in campo e nello spogliatoio.
Villagatti è squalificato al pari di Coppola. Il biondo muro di gomma dei costieri è stato uno dei punti di riferimento del gruppo. Un’assenza pesante che Simonelli dovrà colmare probabilmente con il giovane Benci.
Un problema quello della personalità e della fame che salta all’occhio. Nessun filotto di gare positive. Solo stralci di buon calcio e qualche colpo piazzato in trasferta. Dopo il ko interno con l’Aversa urge un’inversione di tendenza.
Danucci e compagni saranno chiamati alla prova del nove. Passare indenni le forche del Pinto un primo segnale di risveglio per una squadra troppe volte parsa senza quella personalità e quella determinazione idonea all’essere in prima linea e non lasciare nulla all’avversario di turno. Qualora venisse a mancare per l’ennesima volta questo fattore il sodalizio costiero potrebbe pensare ad una nuova svolta in panchina.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!