Volley M: coach Russo tra Apd e Folgore

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il volley in due capitoli. S.Agnello e Massa. Allenatore e giocatore. Da un lato troviamo la Serie D, le giovanili, l’Apd Carotenuto. Il lato “opposto” della rete accoglie invece la Serie C, la Folgore Massa.
Il girone di andata per i campionati di serie regionali è stato archiviato. Il duplice bilancio, tra panchina Apd e campo biancoverde, spetta a Francesco Russo.

Russo in versione Apd

Russo in versione Apd

Capitolo 1. Apd Carotenuto
Tutto procede secondo i piani del coach metese: “Stiamo rispettando gli obiettivi iniziali, ovvero ben figurare con la serie D e puntare a qualcosa di importante con l’Under 19.  Il cammino con la serie D è stato subito in salita. Perdere la prima partita è stato fondamentale. Da lì in poi i ragazzi hanno capito che non potevano permettersi di sottovalutare questo campionato. Adesso, con l’inizio del girone di ritorno, vogliamo riscattare l’unica sconfitta contro una squadra, il Vitulano ( 31 punti e nessuna sconfitta, ndr), composta da giocatori che in serie D sono un vero e proprio lusso”.
Russo è ormai parte integrante della famiglia Apd: “Al momento un vero e proprio giudizio non posso darlo.  Le partite affrontate sono state poche competitive. L’unica cosa che voglio da questo gruppo è sicuramente maggiore rispetto per l’avversario, maggiore cattiveria, ma soprattutto maggiore umiltà e voglia di lavorare. Un piccolo pensiero va alle ragazze dell’under 16, che seguo ormai saltuariamente a causa dei miei impegni, e da cui mi aspetto maggiore partecipazione in quanto il futuro è loro”.

 

 

Il lato opposto

Il lato opposto

Capitolo 2. Folgore Massa
L’opposto della corazzata di coach Esposito, commenta così i successi in casa Folgore: “Sono molto sorpreso per questa posizione in classifica. Gli obiettivi societari erano quelli di fare un anno dove il divertimento era in primo piano, senza alcuna pressione per il risultato. Alla fine ora siamo lì e nulla ci vieta di continuare a divertirci.”

L’epilogo porta con sé la gratitudine del Russo coach-giocatore: “Vorrei fare un ringraziamento particolare alla società Apd Carotenuto Sant’Agnello, che ha puntato su di me, e soprattutto a Fabrizio Ruggiero il quale è stato il primo a credere in me. Forza Apd Carotenuto Sant’Agnello e forza Folgore!”.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!