Russo-Cacace-Aiello il tris del Massa, ma che fatica

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Determinate Vinaccia nel successo del Massa

Determinate Vinaccia nel successo del Massa

3-1 per niente facile del Massa Lubrense ai danni della Mariglianese.
Una sfida tra due compagini decimate da infortuni e squalifiche. Fiorentino e Ferrara out per infortunio, De Luca per squalifica tra i padroni di casa, Caccavale, Andres ed Esposito tra gli ospiti appiedati dal giudice sportivo.
Cornice da tregenda complice la vitale importanza del match per i padroni di casa. Acqua, vento e alla fine anche la nebbia fanno da scenario alla sfida del Cerulli.
I 3 punti sono pesanti come il mondo sulle spalle di Atlante per il Massa che teme la compagine ospite. Mariglianese vogliosa di non far pesare le squalifiche, gioca con costrutto mettendo in evidenza Pastore ed Isidoro Izzo.
Una linea sottile divide la rete dal fondo sulla conclusione di Russo, poi il numero sette ospite fa l’occhietto ad Eolo. Tiro cross da metà campo, Iaccarino è sorpreso dalla traiettoria e si trova con la sfera nel sacco.
Già con l’obbligo della vittoria, il Massa si trova dover rimontare. Nella testa qualche cosa va in stallo. Non parte l’assalto, ma si ci affida al centro del mondo: Russo. L’assist del capitano non è sfruttato da Aiello, poi il miss match.

Tanto impegno ed esperienza per De Stefano

Tanto impegno ed esperienza per De Stefano

Ciccone espelle Balzano che impreca per non essere riuscito a tenere la palla in campo. Proteste a gogo, ma nessun cambio di linea.
Uomo in più che a parte far riversare il Massa nella metà campo ospite non sortisce novità.
Nella ripresa la Maginot grigio blu si assesta nei 50 metri. Tagliati i nodi la nave dei corsari nero azzurri prende il largo. Curcio mette giù Russo in area. Penalty che il capitano trasforma.
Fatto il pareggio il Massa preme con Vinaccia che detta i tempi e conclude senza fortuna, poi Cacace regala un cuore al pubblico. Rimpallo al limite, il numero dieci calcia forte a giro, sfera all’incrocio e 2-1.
La Mariglianese sposta la propria trincea, padroni di casa che si attestano sulla difensiva e Isidoro Izzo con deviazione chiama al colpo di reni provvidenziale Iaccarino.
I nero azzurri capiscono che è meglio non rischiare, Russo inventa, Di Costanzo salva, Aiello capitalizza: 3-1.
Messo al sicuro il risultato proteste della Mariglianese. De Stefano trattiene Della Marca in area, rigore non per Ciccone, che dopo cinque minuti caccia Russo per doppio giallo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!