Sorrento parte l’operazione calciomercato

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

dirigenzaMercato -3.
Qualche innesto va fatto. Motivo non quello di fare tanto per, ma per puntellare un organico che di volta in volta manifesta qualche lacuna.
Il capitolo portiere è definitivamente chiuso. Simonelli ci ha messo una pietra tombale su circa 15 giorni or sono, resta da puntellare il pacchetto arretrato.
Dopo un timido abboccamento con Cascone, ex Ischia, che si è accasato al Melfi, gli occhi della dirigenza sono stati rivolti a Michele Anaclerio.
Sondaggio anche qui. Complessa la vicenda del difensore sinistro in uscita da Benevento ed in scadenza il prossimo giugno. I sanniti cercheranno di piazzare Anaclerio e forse il Sorrento tornerà alla carica per dare quell’ultimo innesto che il professore tanto richiede.
Proprio Simonelli incontrerà il presidente Ronzi. Punto della situazione sul campionato e rapide indicazioni per il mercato che verrà, quello delle ultime ore nelle quali si cercheranno certezze e non scommesse da vincere.
Probabile che tutte le trattative siano ancorate anche ad un’uscita nel pacchetto arretrato tra chi ha convito poco o vede il suo spazio ridotto al lumicino. Dopo Coulibaly approdato al Lumezzane la porta dell’Italia potrebbe chiudersi alle spalle nelle prossime ore.
Ad Aversa la situazione non è delle migliori. Il ko contro l’Ischia ha spinto il patron Spezzaferri ad un duro faccia a faccia con squadra e allenatore, mentre all’esterno montava la contestazione dei tifosi.
Stati d’animo simili alla vigilia di un derby che significherà moltissimo per tutti i 22 in campo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!