Sorrento, Simonelli:”Peggiore gara della mia gestione”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Sintetizza in un "Peggiore gara della mia gestione" il ko di Poggibonsi" mister Simonello

Sintetizza in un “Peggiore gara della mia gestione” il ko di Poggibonsi” mister Simonello

“È stata la peggiore gara della mia gestione”.
Mastica amaro, amarissimo Gianni Simonelli al termine della sfida contro il Poggibomsi.
Sorrento timoroso e a tratti che lascia il gioco nelle mani dei toscani. Partita bloccata rotta dalla rete in apertura di secondo tempo da parte di Ferri Mairini. Rossoneri incapaci di recuperare per la terza volta sotto la gestione del tecnico partenopeo.
“Sicuramente, ma paghiamo un’unica disattenzione”.
Errore del singolo quello di Benci che complice le altre gare mette il sodalizio via Califano nelle zone pericolose.
“Dalla mia posizione mi è parso che la palla sia saltata male ed ci è costata carissimo. Rivedremo le immagini e capiremo meglio la dinamica delle cose”.
Sorrento che è stato schierato in campo con Imparato e Pantano in atteggiamento prudente, ma che ha tenuto botta.
“Dati alla mano il primo tempo è stato quello nel quale abbiamo tenuto meglio il campo e creato le occasioni migliori della nostra partita sfiorando in due circostanze la marcatura “.
Resta il dato che i costieri non riescono a rimontare.
“Così nn va”, sbotta Simonelli, “Qui si è perso il legame con la realtà”.
Un legame che aveva evidenziato una crescita nella prima fase del girone di ritorno. Si ferma ancora una volta a tre la serie di risultati positivi del Sorrento. Se nella gestione Chiappino a far cadere la truppa del presidente Durante fu la Casetana, con Simonelli ci ha pensato il Poggibonsi di Tosi. Un solo squillo per prendere tre punti allungare in graduatoria e inguaiare o diretti avversari.
“Probabilmente non eravamo consapevoli e pronti per la partita – evidenzia il tecnico -. Si sapeva che poteva accadere, ma una cosa del genere non me la sarei aspettata”.
A fare il punto della situazione il mister a cui l’atteggiamento della ripresa non va proprio giù.
“Abbiamo rifatto la stessa partita a tratti di Messina. Confusione a tutto spiano. Così non si va da nessuna parte”.
Adesso si aspetta una risposta a stretto giro di posta nel proseguo del campionato che metterà i costieri di fronte all’Aversa Normanna.
“Questa è una lezione che dobbiamo imparare in fretta. Si deve assimilare subito. Non eravamo campioni prima, non siamo dei brocchi adesso, ma dobbiamo cambiare l’atteggiamento”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!