Poggibonsi – Sorrento 1-0, il tabellino e il film della gara.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
foto Pollio

foto Pollio

La roulette della seconda divisione continua a sfornare risultati inaspettati e la classifica non lascia spazio ad alcun tipo di previsione: la posta in palio è alta, così come lo è il peso specifico dei punti, man mano che ci si avvicina alla linea del traguardo. Se il Sorrento ha imparato una lezione, è sicuramente quella che nessuno regala niente ed è per questo che ogni occasione va sfruttata al massimo. I sette punti collezionati nelle ultime tre gare hanno risollevato la squadra da una posizione in classifica piuttosto infausta, ma è bastata una sconfitta per far tremare il terreno sotto i piedi dei rossoneri.

Nella trasferta di Poggibonsi, ad una squadra giovane e frizzante, Simonelli oppone una formazione abbottonata con ben cinque difensori e punta sull’ esperienza di Catania e Musetti, in attacco, e sulla sicurezza di D’Anna, a centrocampo.
Non appena il direttore di gara dà il via alle ostilità, sono proprio i leoni giallorossi a fare la partita e, forti di un  buon possesso palla, dettano il ritmo di gioco. Il Sorrento si fa pericoloso soltanto verso la metà della prima frazione di gioco, quando Catania calcia in spaccata su cross di Musetti e la sfera impatta miracolosamente sui piedi dell’estremo difensore avversario. Immediatamente, sul capovolgimento di fronte, il Poggibonsi sfiora clamorosamente la rete del vantaggio con Mezgour che, in anticipo su Miranda, colpisce la traversa.
Cinque minuti dopo Miranda salva il risultato rifugiandosi in angolo su un’altra conclusione di Mezgour. Al 34’ sono i rossoneri a rendersi pericolosi: Catania serve Musetti che con un diagonale costringe Anedda a rifugiarsi in angolo. L’ultimo lampo del primo tempo porta la firma di Ferri Marini che riceve palla da Baldassin ma la conclusione dell’attaccante giallorosso, in posizione troppo defilata, finisce sul fondo. Si va negli spogliatoi sullo 0-0. musetti_vl_pollio

Nella ripresa sarà proprio Ferri Marini a punire la squadra di Simonelli: al 51’, infatti, il numero 7  approfitta di un clamoroso errore, in uscita, di Benci e, con la freddezza di un cecchino, abbatte Miranda. Simonelli prova a mescolare le carte e sacrifica Pantano per Parodi.
I rossoneri tentano di rendersi pericolosi ma i tentativi sono vani, i leoni riescono a tener bene il campo e limitano le manovre offensive degli avversari che impegnano Anedda soltanto con un colpo di testa di Catania su cross di Benci. Miranda salva ancora una volta il risultato quando al 65’ Ferretti calcia di prima intenzione una palla ribattuta dalla difesa avversaria. Il Sorrento non riesce più ad imbastire alcuna manovra e punta tutto sulle palle inattive. La gara si conclude dopo quattro minuti di recupero con il Poggibonsi che festeggia la sua prima vittoria dell’anno.

 

Poggibonsi – Sorrento 1-0

POGGIBONSI (4-1-2-3): Anedda; Tafi, Checchi, Menegaz (40’st De Vitis), Roveredo; Scampini; Baldassin, Rossetti (25’st Croce ); Ferri Marini, Ferretti (35’st Scardina), Mezgour. A disp: Di Salvia, Vitale, D’Agostino, Monetti. All.Tosi.

SORRENTO(3-5-2): Miranda; Benci (20’st Canotto), Villagatti, Caldore; Imparato, Coppola (37’st Lalli), Danucci, D’Anna, Pantano (12’st Parodi); Musetti, Catania. A disp.: Varchetta, Pisani, Cavallaro, Lettieri. All.: Simonelli.

Arbitro: Luciano di Lamezia Terme ( Sechi/DeMeo)
Marcatori: 5’st Ferri Marini (P).
Note: Spettatori 500 circa (50 da Sorrento). Ammoniti: Pantano, Checchi, Mezgour, Baldassin, Canotto, Imparato.
Angoli: 1-3.
Rec.: 2’pt, 4’st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!