Sorrento Cup, vincono i “Tutti Amici”. Liguori re dei bomber

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
"Tutti amici" e "Quelli che non ti aspetti" nell'ultimo atto della Christmas Cup

“Tutti amici” e “Quelli che non ti aspetti” nell’ultimo atto della Sorrento Cup

Si è conclusa venerdì sera la “Sorrento Cup”, l’evento sportivo inserito nel programma natalizio “M’illumino d’inverno” del comune di Sorrento, che, aperti i battenti lo scorso 20 dicembre, ha visto sfidarsi sul sintetico dello stadio “Italia” di Sorrento sei squadre, formate da giovani peninsulari con un tetto massimo d’età di 30 anni e un fuori quota per compagine, in un torneo all’italiana.

Il torneo, voluto fortemente dall’assessore allo sport ed agli eventi del comune di Sorrento, Mario Gargiulo e organizzato da Paolo Viva ha visto trionfare la squadra “Tutti amici” dei vari Cuomo, Coluccio e Pinto che nell’ultima gara disputata contro “Quelli che non ti aspetti” sono riusciti a strappare un pareggio per 2-2 che ha permesso a capitan De Maio e compagni di mantenere invariato il distacco (+2, 13 e 11 i punti rispettivamente conquistati) in classifica generale proprio dagli avversari e di laurearsi, così, campioni del primo torneo natalizio della penisola sorrentina.

Andrea Liguori riceve il premio capocannoniere e "best goal"

Andrea Liguori riceve il premio capocannoniere e “best goal”

Gradino più basso del podio, invece, per la Longobarda che nell’ultimo match disputato ha blindato il terzo posto, con 9 punti, grazie alle prestazioni di Stinga tra i pali, Ferraro e dei fratelli Andrea e Alessio Liguori. Quarto posto, invece, per Split con 6 punti, quinto per Atletico Guaranà (3) e sesto per Malaga team (1 punto).

I premi di capocannoniere e di “Best goal” sono stati, invece, assegnati entrambi ad Andrea Liguori, che ha chiuso il torneo con sette realizzazioni, tra cui la prodezza che gli è valso il premio di rete più bella.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!