Sorrento – Aprilia 1-0, il tabellino e il film della gara

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Pasquale Maiorino

Pasquale Maiorino

SORRENTO – APRILIA 1-0

Marcatore: 15’ p.t. Maiorino

SORRENTO (3-5-2): Polizzi; Imparato, Villagatti, Caldore; Canotto, D’Anna (dal 36’ s.t. Lettieri), Catania, Coppola, Pantano; Maiorino (dal 41’ s.t. Musetti) Innocenti (dal 43’ s.t. Coulibaly). A disp: Miranda, Cavallaro, Lalli, Chinellato. All. Simonelli.

APRILIA (4-3-3): Ragni; Cafiero, Del Duca (dal 40’ s.t. Petagine), Marino, Frigerio (dal 6’ s.t. Rante); Corsi, Amadio, Mazzarani; Montella, Barbuti, Ferrara (dal 27’ s.t. D’Anna S.) A disp: Caruso, Mbodj, Iannascoli, Marfisi. All: Paolucci.

Arbitro: Federico Fanton di Lodi (Bercigli/Bandettini)

Note: ammoniti: Corsi (A), Rante (A) calci d’angolo: 3-6 recuperi: 0’ primo tempo, 3’ secondo tempo presenti circa 300 spettatori

PRIMO TEMPO

2’ Tiro – cross di Ferrara dalla sinistra, Polizzi si accartoccia e in due tempi blocca il pallone.

15’ GOL SORRENTO. Catania ruba palla a centrocampo e serve nel corridoio Maiorino che di prima intenzione, dal limite dell’area di rigore, infila il pallone sul palo lungo.

17’ Ottima azione di prima del Sorrento, con Innocenti che fa da sponda per D’Anna, il cui tiro è, però, fuori misura.

25’ Calcio d’angolo battuto da Maiorino, sul primo palo spizza Innocenti ma Ragni, in uscita alta, con i pugni devia sulla traversa.

26’ Calcio di punizione di Maiorino dalla sinistra, ne nasce un flipper all’interno dell’area di rigore, con l’ultima deviazione, involontaria, di Catania che per poco non beffa Ragni.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

31’ Lancio di Imparato dalle retrovie, Maiorino legge bene la traiettoria e s’invola in campo aperto, regge il ritorno di Del Duca e calcia di sinistro dal limite dell’area piccola, trovando, però, lo strepitoso intervento di Ragni che, in uscita, si oppone d’istinto.

39’ Dopo un momento d’indecisione collettiva della difesa rossonera, ci prova Mazzarani dalla distanza ma il suo sinistro finisce alto sulla trasversale.

40’ Calcio d’angolo di Ferrara, Cafiero salta più in alto di tutti ma non trova il bersaglio.

45’ Ancora Aprilia pericoloso su azione d’angolo: stavolta è Barbuti, di testa, a mettere i brividi a Polizzi.

SECONDO TEMPO

7’ Cross dalla sinistra di Mazzarani, Polizzi sbaglia l’uscita ma, fortunatamente per i rossoneri, Barbuti non è attento e manca il tap – in.

18’ Punizione di Maiorino dai trentacinque metri, la palla finisce di un metro alla destra di Ragni, che era comunque sulla traiettoria.

20’ Maiorino recupera il pallone e prova a sorprendere Ragni con una bordata da quaranta metri; l’estremo difensore laziale, però, riesce a recuperare la posizione e a bloccare il pallone.

30’ Catania lancia in profondità Maiorino che trova la difesa dell’Aprilia scoperta, resiste al ritorno di Del Duca ma, di destro, chiude male il diagonale.

32’ Ancora Maiorino approfitta dell’ennesima indecisione della retroguardia ospite ma di sinistro spedisce alto.

40’ Azione di contropiede rossonera, Maiorino lancia Canotto che viene abbattuto platealmente in area dall’uscita killer di Ragni: l’arbitro, però, lascia incredibilmente proseguire e non assegna la massima punizione.

42’ Aprilia pericolosissima: su un servizio da centrocampo, Montella ruba il tempo a Villagatti e di destro prova il diagonale sul palo lungo, Polizzi, però, è superbo e salva il risultato deviando in angolo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!