Libertas, prima della ripresa, la parola va alla Terrecuso

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il nuovo anno è iniziato, ed in casa Libertas è tempo di ricominciare. Bisogna lasciarsi alle spalle  i momenti bui attraversati all’ inizio del campionato e  continuare sulla scia degli ultimi successi.

Diamo dunque la parola, a Federica Terecuso, libero ufficiale da quest’anno della rosa di mister Morelli, per avere un breve excursus sulla prima trance di campionato.

All’ inizio ci sono stati alti e bassi, l’ impatto con un campionato di serie superiore è stato duro. Ho avuto piccole soddisfazioni in campo ma anche molte delusioni perché molte volte pensavo di non essere all’ altezza del ruolo assegnatomi. Sono poi arrivare due vittorie ed è proprio in quel momento che un iniezione di adrenalina  ha svegliato  tutte, abbiamo capito che questo campionato poteva essere nostro, impegnandoci e credendo nelle nostre capacità.

Tecnicamente a mio parere abbiamo ancora molto da lavorare , ma soprattutto dobbiamo lottare ancora di più su ogni punto, ogni pallone, ogni set infatti a mio avviso il nostro punto debole è stato proprio questo : di aver gettato la spugna al primo imprevisto incontrato”.

Tra pochi giorni il campionato riprenderà ed il prossimo avversario sarà Asd pallavolo Battipaglia.

Non conosco la squadra, poiché  l anno scorso non giocavo  in questo campionato e non so cosa ci aspetta. Credo  comunque che giocando in modo tranquillo e sereno possiamo giocarcela tranquillamente, il segreto è  credere un po’ in più in quello che si fa.

La squadra può dare tanto, e spero che ciò, venga dimostrato il prima possibile, poiché a  mio parere, credo che qualche piccola soddisfazione possiamo e dobbiamo prendercela.”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!