Volley Serie C/M: la Folgore scala la classifica nell’ultimo atto del 2013

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
La Folgore Massa chiude vittoriosa il 2013

La Folgore Massa chiude vittoriosa il 2013

Massa Lubrense – La Folgore Massa chiude il 2013 con un ultimo successo, ottenuto alla Pulcarelli, lo scorso venerdì 20 dicembre. Ruggiero e compagni si aggiudicano la settima vittoria sui nove match del campionato maschile di serie C, girone B. Niente da fare per il Pianura Volley Club: i biancoverdi trionfano 3-1.
Coach Esposito commenta così l’ultimo atto del 2013: “Bella prova di carattere contro una squadra molto arcigna. La nostra esperienza ha sicuramente fatto la differenza nei momenti importanti del match. È stata una vittoria di gruppo. In particolare, sono molto contento del secondo palleggiatore  Mastellone, che ha giocato titolare. Ha ripagato la mia fiducia con una grande prestazione. Fondamentale ancora una volta l’apporto di Gargiulo, nel doppio cambio insieme a Longobardi. Buona anche la prestazione del martello Gianluca Amitrano”.
La Folgore Massa chiude il 2013 forte della seconda posizione in classifica, 21 punti. Due sole lunghezze separano i biancoverdi dalla capolista Nola, quota 23 pt. .
I giochi riapriranno il 12 gennaio, contro l’AS. Ischia Pallavolo. L’obiettivo massese è vincere, superando le controindicazioni tipiche della stancante trasferta ischitana.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!