Cestaro:”Siamo un Massa da dottor Jekyll e mister Hyde”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Mette dentro il terzo goal stagionale Marco Cestaro

Mette dentro il terzo goal stagionale Marco Cestaro

“E’ stato un Massa da dottor Jekyll e mister Hyde”.
Marco Cestaro commenta così il pareggio in rimonta contro l’Angri.
“Abbiamo iniziato con un handicap di cinque gare perché abbiamo iniziato in ritardo. Adesso stiamo bene ed i risultati arrivano”.
Nero azzurri che con un grande secondo tempo sono riusciti a raggiungere i doriani avanti di due goal. Il segreto le parole del mister negli spogliatoi.
“Se sul 1-0 era più facile, sul 2-0 è ancora più difficile, ma a noi tocca provarci”, questo il messaggio di Gargiulo riportato dal centrocampista costiero.
Un Cestaro sempre più protagonista delle battaglie dei costieri. Tre reti in stagione dopo un avvio ad handicap.
“Siamo a tre e lo scorso anno avevo raggiunto 4, ma l’importante è che i gol coincidano con i punti e che ne possano fare tanti anche gli altri”.
Ad attendere i nero azzurri c’è la sfida da dentro o fuori con la Calpazio.
“Si va a Capaccio con la consapevolezza e la determinazione di fare punti”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!