Massa Lubrense, Gargiulo:”Vittoria dedicata a Russo”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Gargiulo_atri“Oggi voglio dedicare questo pareggio a Giulio Russo che si è allenato con noi in settimana e calato nella nostra realtà”.
E’ una sorta di ufficializzazione vera e propria da parte  di mister Gargiulo l’innesto dell’ex attaccante del Real Vico con i nero azzurri.
Un pareggio che sa di vittoria per il Massa Lubrense. Il 2-2 maturato al Cerulli è una sorta di piccola resurrezione per i costieri. Al termine del primo tempo tutto era in salita, alla fine c’è anche un pizzico di rammarico.
“Abbiamo avuto la certezza ancora una volta di poter giocare alla pari con tutti, ma mettendo da parte i nostri problemi di testa – spiega Gargiulo -. I nostri problemi sono tutti lì. Dovessimo riuscire a limitarli potremmo dire di aver fatto un bel passo in avanti”.
Non è facile strappare le parole di bocca al tecnico dei costieri.
“Ho giocato anche io! Sono stanco”. se la ride il trainer nero azzurro. Un match intenso, quasi come un derby, con mille emozioni e pathos sino al triplice fischio del direttore di gara.
Un Massa che tra il primo ed il secondo tempo ha cambiato faccia.
“Oggi ho imparato che a volte è meglio dialogare con la squadra al posto di urlare – scopre le carte Gargiulo -. Adesso so anche questo e ne farò tesoro”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!