Non c’è due senza tre: Gimel ancora al tie-break

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Foto Gaetano Starace ©

Foto Gaetano Starace ©

Massa Lubrense – Vittoria e tie break sembrano esser ormai sinonimi per la Gimel S.Agata. Nemmeno alla Pulcarelli,  la compagine locale ottiene i tre punti in palio, vincendo contro la Caffè Partenope 3-2. Terza vittoria, terzo tie-break vinto sui quattro disputati dalle Gimelline.
Partenza non delle migliori, le santagatesi rincorrono le partenopee fino all’attacco di Casa, 20-20. Passi falsi avversari e due attacchi di Marciano chiudono il set 25-21. Esposito M.L. riesce a colmare, in questo match, l’assenza del libero Esposito S.
Il secondo parziale  è diviso tra errori e note positive per entrambe le squadre. La Partenope strappa il set alle Gimelline, 23-25, complici due ace.
Il terzo set è biancoblu. Gimel in vantaggio costante. Dopo l’ennesimo attacco di Mastellone (21-16), il coach avversario richiama l’ultimo time-out a disposizione. Nulla da fare, ancora errori per le ospiti, cui si aggiungono gli attacchi di Aversa C. (23-19) e di Marciano (25-20).
Volto diverso per le santagatesi nel quarto parziale. Un mani-out avversario pone  il destino del match sul filo del rasoio, 16-24. Le battute fastidiosa di Casa consentono ad Aversa S. di chiudere due attacchi di prima. Non basta tuttavia un muro della regista Aversa A. (21-24): il set termina 21-25.
La situazione si capovolge ancora una volta nel tie-break . Squadre determinate, ma il pizzico di lucidità in più è biancoblu. Aversa S. con due muri, rimanda tutte negli spogliatoi, 15-8.
Settima posizione, 7 punti conquistati per le ragazze di coach Nica. La Gimel è attesa sabato, a Barra, nella speranza di intralciare il cammino del Centro Ester, una delle teste di serie del campionato.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!