Macarone non abbassa la guardia: “Bisogna essere costanti”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Ottimo momento per il Sant’Agnello e per i suoi calciatori, che stanno dimostrando di poter competere ad alti livelli in Eccellenza alla seconda partecipazione consecutiva. Uno dei “senatori” della compagine, cresciuto nel vivaio santanellese e arrivato in prima squadra dove sta facendo valere le proprie doti, è sicuramente Giuseppe Macarone, che sa benissimo che questo non è il momento di abbassare il livello di allerta dopo cinque risultati utili consecutivi conditi da due vittorie e dal pareggio contro la capolista Virtus Scafatese: «Bisogna continuare così, essere costanti, non ci dobbiamo accontentare e dobbiamo guardare avanti e non ai risultati che abbiamo fatto precedentemente».
Un grande contributo alla causa sta arrivando da quei ragazzi che hanno completato la trafila giovanile con la maglia del Sant’Agnello e che ora si sono conquistati il posto da titolare. Gente come lo stesso Macarone, Rega, Ferraro, Fiorentino, Cioffi, Beato, stanno diventando tasselli fondamentali di una squadra che punta proprio sui suoi giovani per giocarsi le sue possibilità di salvezza. «E’ un grande orgoglio per noi, ma è un discorso che vale per tuttti i giocatori della squadra, noi non ci dobbiamo cullare sui risultati appena arrivati ma dobbiamo cercare di fare sempre di più». Il centrocampista prova a spiegare il cambiamento della squadra rispetto allo scorso anno, il primo in Eccellenza, quando dopo tante difficoltà arrivò una salvezza dal sapore epico: «A parte gli uomin, il gruppo ha sicuramente più esperienza dello scorso anno, ci sono delle novità in squadra e tanti giovani a cui contribuiamo poi noi più esperti, lo zoccolo duro della squadra».
La prossima avversaria dei santanellesi sarà la Pol. Sarnese, una squadra che può mettere in difficoltà gli uomini di Guarracino: «E’ una squadra che ha nomi importanti, nomi noti, ha speso tanto ma ultimamente sembra un po’ in difficoltà – conclude Macarone -. Ogni partita però ha il suo perchè e può essere insidiosa. Sarà una sfida importante ma ce la possiamo sicuramente giocare».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!