Sorrento: Gli ultimi 10 minuti costano 5 punti

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

polizzi_vl_pennaPrendere goal sul finale del tempo per il Sorrento sta diventando una costante.
Un dato allarmante che salta all’occhio.
Negli ultimi 10 minuti tra primo e secondo tempo i costieri beccano costantemente almeno una rete.
Ultimo a punire i rossoneri nella parte finale di gara è stato Venitucci.
Una classifica pesante per il roster costiero in quartultima posizione, ma a soli due punti dagli spareggi per restare tra i pro.
Chiappino avrà posto attenzione su quanto fatto dalla sua truppa in questo avvio di stazione.
Al Sorrento i finali di partita costano tanto.
Se con  Lamezia, Cosenza e Poggibonsi c’è stato un tempo intero per poter mettere la contesa in discesa, stessa cosa non può dirsi dei match contro Chieti, Teramo e Foggia.
Una squadra che ha sempre dimostrato di stare sul pezzo. Allo Zaccheria nel momento difficile a tenere in piedi la baracca ci ha pensato Polizzi, ma pesano i punti in meno in graduatoria.
Contro i teatini tutto lasciava presagire che, sebbene in 10, si potesse portare a casa l’intera posta in palio, poi l’uno due con cui i nero verdi hanno fatto il sacco all’Italia.
Contro la corazzata Teramo all’ultimo respiro la rete di Ferrani ha mandato all’aria la doppia rimonta firmata da Canotto e Chinellato.
In Puglia c’erano addirittura i presupposti per fare il sacco. Prendere tre punti, ma nell’arco di 30 secondi si è passati dal possibile 2-3 al 3-2 siglato dall’ex Juve Venitucci.
In pratica dati alla mano 5 punti in meno che gravano sulla graduatoria.
Il Sorrento avesse gestito meglio il finale di gara avrebbe 17 punti. Un punto in più dell’Ischia e sarebbe ad un passo dalla tranquilla ottava posizione occupata dal Melfi.
Una squadra che a Foggia ha provato ad accontentarsi, ma che è stata punita quando aveva in mano l’arma giusta per mettere ko i satanelli dopo sette risultati utili consecutivi.
Una squadra che questa volta non ha saputo gestire il vantaggio come accaduto con Lamezia, Aprilia, Poggibonsi e Chieti e che ha evidenziato le pecche di un reparto difensivo troppo molle per poter reggere l’urto della categoria.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!