Massa Lubrense un ko che brucia

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Antonio Cappiello ha fallito il secondo rigore in stagione

Antonio Cappiello ha fallito il secondo rigore in stagione

Un tempo per parte, ma tre punti che prendono la strada di Castellammare grazie a Loreto.
Il Massa ferma a due la striscia di risultati consecutivi e resta invischiato nelle sabbie mobili della bassa classifica. La Libertas di contro volla con l’entusiasmo e la consapevolezza di essere ormai una realtà del campionato di Eccellenza.
Nella prima frazione il predominio territoriale dei tigrotti di Coppola è netto e la logica conclusione si materializza a dieci dal termine quando Loreto sugli sviluppi di un calcio piazzato arriva ad insaccare di testa in tuffo sul secondo palo.
Preso lo schiaffo, il Massa nella ripresa cambia. Dentro Aiello fuori Chierchia.
La mossa sembra pagare nella fase centrale della frazione quando i nero azzurri prendono d’assalto la porta di Apuzzo.
Aiello e Cacace ci tentano, l’estremo difensore stabiese dice no.
La più grossa palla goal capita, però, sui piedi di Cappiello. Minuto 43 Luca Esposito atterra Cacace in area. Monda decreta la massima punizione. Dopo un minuto di scaramucce, dagli undici metri si presenta il rigorista Cappiello. Il centrale nero azzurro si fa ipnotizzare da Apuzzo che si distende ed intercetta la conclusione.
Ko tecnico dal quale l’undici di Gargiulo non riesce a rialzarsi neppure nei 6 minuti di recupero.

Massa Lubrense – Libertas Stabia 0-1
Marcatore: 35’pt Loreto (LS)
Massa Lubrense: Fiorentino P., Cantilena, Apreda, Cestaro, De Luca, Cappiello, Volpe, Vinaccia ( 36’ st. De Maio), Apuzzo, Cacace, Chierchia ( 1’ st. Aiello). A disp. Iaccarino, Buonocore, Fiorentino S., Siniscalchi, D’Auria. All. Luigi Gargiulo
Libertas Stabia: Amodio, Calvanico, Inserra, Battimelli, Loreto, Gargiulo, Di Ruocco (41’ st. Schettino M.), Parmentola, Schettino G. ( 37’ st. Montella), Chierchia, Solimene ( 27’ st. Esposito L.). A disp.: Di Martino, Bagnoli, Mosca, Girace. All. Maurizio Coppola
Arbitro: Antonio Monda della sezione di Napoli
Assistenti: Gennaro Russo di Napoli e  Antonio Piedipalumbo di Torre Annunziata
Note: Spettatori: circa 150. Ammoniti: Apreda, Apuzzo, Aiello e Cantilena (M), Amodio, Battimelli, Di Ruocco e Schettino G. (LS). Espulso: al 43’ st. Esposito Luca (LS). Rec.: 0’pt e 6’st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!