Massa Lubrense: Doppio Chierchia pari a Scafati

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Doppietta per Chierchia che regala ossigeno al Massa

Doppietta per Chierchia che regala ossigeno al Massa

Si cercava la continuità e la si trova in un mare in tempesta per il Massa Lubrense. La prima di  Faustinho sulla panchina della Pro Scafatese non è baciata dalla fortuna.
Il Massa con due uomini ed il tecnico in meno riesce nell’impresa di uscire indenne dal Comunale di Scafati.
Una gara che i nero azzurri hanno giocato in salita con diverse scelte di necessità e che ha messo in evidenza un grande spirito di gruppo da parte della rosa del presidente De Gregorio.
E’ una doppietta del giovane Chierchia che permette ai nero azzurri di raggiungere quota 7 punti in graduatoria.
Tutto cambia dopo solo 11 minuti. Rigore ed espulsione in favore dei canarini. De Stefano colpisce il pallone con un braccio in piena area, inducendo il signor De Vito a fischiare rigore ed espulsione. Dal dischetto Lauro non fallisce, portando in vantaggio la Pro Scafatese.
La Pro ha il demerito di non chiuderla subito. Infatti, in vantaggio di un gol e di un uomo il match sembra ormai in discesa per gli scafatesi che vengono ripresi dalla coppia Buonocore-Chierchia. Discesa del numero sette e rete del dies massese.
I padroni di casa provano la reazione immediata, ma il colpo di testa di Lupacchio, al 37’, non ha fortuna. Così all’intervallo il risultato è ancora di 1-1.
Al ritorno in campo, è ancora Lupacchio a suonare la carica, con due occasioni nei primi minuti. Poi al 19’ è Starita, con una bella conclusione, a siglare il nuovo vantaggio dei canarini.
Costieri coriacei ed in partita. La grinta e la determinazione non manca a questo Massa che chiama agli straordinari Nasta.
La Pro si siede sugli allori, il Massa Lubrense non si arrende.
Il salvataggio dell’estremo difensore di casa su Siniscalchi è un campanello d’allarme, ma di suonare la sveglia non vuole proprio saperne, così, quando a dieci dalla fine i massesi restano in 9, tutto sembra scritto.
A quattro dalla fine in contropiede, Chierchia beffa i canarini andando a siglare un incredibile 2-2.

Pro Scafatese – Massa Lubrense 2-2

Pro Scafatese: Nasta 6.5, Amendola 6.5, Fontanella 6 (40’pt Ammirati 6), Spera 6, Paragallo 6, Panico 6, Starita 7 (33’st Almetti sv), Lucarelli 6.5, Lupacchio 7, Teta 6 (27’st Vicinanza 6), Lauro 7. All. Faustino 6.5.
Massa Lubrense: Fiorentino P. 6.5, Siniscalchi 6.5 (27’st Aiello 6), De Stefano 5.5, Cestaro 6.5, De Luca 6.5, Ferrara 6.5, Buonocore 7, Vinaccia 6, Apuzzo 7, Chierchia 7.5, Apreda 6.5. All. Gargiulo 6.5.
Arbitro: De Vito di Napoli 6.
Reti: 12’pt Lauro (PS), 34’pt Chierchia (M), 19’st Starita (PS), 41’st Chierchia (M)
Note: Ammoniti Spera, Lupacchio, Ferrara e Ammirati. Espulsi De Stefano all’11’pt , Ferrara al 35’st e mister Gargiulo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!