Apd Carotenuto: sconfitta all’esordio per la Serie D maschile

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
La squadra maschile di Serie D dell'Apd Carotenuto (foto tratta dal profilo facebook della società)

La squadra maschile di Serie D dell’Apd Carotenuto (foto tratta dal profilo facebook della società)

Sant’Agnello – Cattiva la prima per la nuova Serie D maschile dell’Apd Carotenuto, sconfitta all’esordio a Vitulano contro la squadra locale che ha trovato la vittoria con il risultato di tre set a uno. Gara combattuta nel primo set con la squadra santanellese allenata dal neo mister Francesco Russo, anch’egli all’esordio sulla panchina della prima squadra Apd, pronta a controbattere punto su punto gli avversari. Dopo un parziale equilibrato si va ai vantaggi dove i santanellesi riescono a piazzare il punto che permette la conquista del set 28-26 e che fa ben sperare per il prosieguo della gara. Vitulano però a partire dal secondo set tira fuori le unghie e non ripete gli errori commessi in principio di gara. Lascia gli avversari sempre a debita distanza e porta a casa il parziale sul 25-20 pareggiando il conto dei set.
La storia si ripete nel terzo tempo, con Sant’Agnello un po’ sulle gambe che soffre la veemenza degli attacchi avversari e non riesce a trovare il bandolo della matassa. Vitulano approfitta del momento no degli ospiti e va sul 2-1 con il parziale più largo di 25-17. Nonostante il momento psicologico negativo l’Apd ha raccolto le forze e ha disputato un buon quarto parziale, riavvicinandosi agli avversari e tentando di tenere aperta la prima partita di campionato per portarla poi al tie break. Nel finale però la stanchezza si fa sentire e Vitulano ringrazia, chiudendo avanti di quattro punti, 25-21.
Dopo l’esordio negativo l’Apd potrà rifarsi subito davanti ai propri tifosi contro l’Atellana Volley. La squadra di Russo dovrà raccogliere gli elementi positivi della prima gara e sfruttare il fattore campo per cogliere i primi punti in questa nuova avventura in D.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!